Incidente con revisione scaduta: ne risponde l’assicurazione?

0

revisioneNon dovrebbe mai accadere ma purtroppo si registrano piuttosto spesso incidenti in cui uno dei mezzi coinvolti risulta non in regola con l’obbligo di revisione. Si tratta di un obbligo molto importante da rispettare, in primis per la sicurezza della circolazione su strada, ma dal punto di vista assicurativo per evitare conseguenze economicamente molto dannose.

In tanti infatti si chiedono come si comporterebbe la compagnia assicurativa in caso di sinistro causato da un veicolo privo di revisione in regola. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

REVISIONE SCADUTA: COSA SI RISCHIA CON L’ASSICURAZIONE

Nel caso si causi un incidente stradale con un mezzo che risulta non in regola con l’obbligo di revisione, il diritto al risarcimento del danneggiato è comunque garantito. Esso verrà infatti risarcito dalla compagnia ma l’assicurato responsabile del danno rischia la rivalsa da parte della compagnia, ovvero la richiesta di restituzione degli importi liquidati al danneggiato.

Si tratta quindi di un rischio elevato che in caso di incidenti gravi può coinvolgere cifre molto elevate; è bene quindi fare molta attenzione a circolare sempre con la revisione in regola perche il rischio che si corre non vale certamente la candela, oltre al fatto che si sempre a rischio di sanzione da parte delle forze dell’ordine.

COME EVITARE LA RIVALSA

E’ vero che bisogna sempre circolare con la revisione in regola ma purtroppo può capitare di dimenticarsela oppure di utilizzare un veicolo di proprietà di terzi e non verificare se la revisione è in regola. E’ possibile tutelarsi in caso di incidente? Certo, le compagnie al momento della stipula dell’assicurazione offrono spesso la possibilità di inserire la clausola di rinuncia alla rivalsa valida anche per la revisione scaduta oltre che ad esempio per la guida in stato di ebbrezza. Questo significa che in caso di incidente la compagnia pagherà il danneggiato e rinuncerà a rivalersi sull’assicurato responsabile per le somme liquidate (in tutto o in parte a seconda delle condizioni).

REVISIONE: OGNI QUANTO?

Ricordiamo che per i mezzi di nuova immatricolazione la revisione fa effettuato dopo quattro anni, mentre successivamente ogni due anni. Se acquistiamo un veicolo usato è quindi fondamentale verificare sul libretto la data dell’ultima revisione e calcolare quindi due anni e non quattro dall’ultima revisione effettuata e superata.

REVISIONE SCADUTA: INCIDENTE CON RAGIONE

Se subiamo un incidente, quindi con responsabilità altrui, e il nostro veicolo risulta privo di revisione, il risarcimento per il danno subito è sempre ovviamente garantito. Quello che si rischia è la sanzione per aver circolato con un mezzo non in regola con l’obbligo di revisione, che va da 168 a 174 euro oltre all’obbligo di effettuare la dovuta revisione .

Leave A Reply