La verità sul Tacito rinnovo nel Ddl Concorrenza: reale ritorno?

0

La notizia della reintroduzione del tacito rinnovo nelle assicurazioni rc auto sta in quest’ultimo periodo provocando non poca preoccupazione tra gli assicurati. La norma che ha eliminato il rinnovo automatico delle polizze rca e conseguentemente favorito l’abbattimento delle tariffe, non verrà invece toccata dal Ddl Concorrenza, al contrario di quello che in molti hanno creduto.

Vediamo quindi di fare chiarezza e capire meglio da cosa è scaturita questa confusione in merito alla reintroduzione del tacito rinnovo, che comunque non riguarderà le polizze rca.

NESSUNA ABOLIZIONE TOTALE DEL TACITO RINNOVO

Iniziamo col chiarire che al momento nulla è cambiato: il testo del Ddl Concorrenza approderà nell’aula del Senato solo il prossimo 1° agosto per l’approvazione o la bocciatura definitiva.

E’ bene sapere che abolizione del tacito rinnovo sulle polizze rc auto, introdotta dal governo Monti nel 2012, non verrà intaccata da questo nuovo decreto. Al termine dell’annualità assicurativa, i clienti saranno sempre liberi se accettare il rinnovo proposto dalla compagnia o rivolgersi ad altra impresa, senza necessità di inviare alcuna disdetta preventiva.

COSA CAMBIERA’ NEL SISTEMA DEL TACITO RINNOVO

Cosa potrebbe cambiare allora nel caso venisse approvata la proposta di modifica riguardo al tacito rinnovo?

Innazitutto la possibile modifica riguarderà le polizze accessorie e quindi non obbligatorie, stipulate in aggiunta alla garanzia di responsabilità civile obbligatoria di legge, ad esempio il furto/incendio, etc.

In caso di stipula di garanzie accessorie le situazioni in cui ci può trovare sono sostanzialmente due:

  1. garanzie sottoscritte contestualmente alla stipula del contratto Rca;
  2. coperture, anche pluriennali, acquistate insieme al finanziamento erogato per l’acquisto di un’auto nuova.

SITUAZIONE AD OGGI

Come previsto dal Codice delle Assicurazioni, il tacito rinnovo non è vietato nella prima situazione, anche se poi effettivamente nessuna compagnia lo utilizza, al pari delle polizze di sola Responsabilità civile in cui esso è assolutamente vietato.

Nel secondo caso invece, per le sole garanzie accessorie abbinate al contratto di finanziamento, si rinnovano di anno in anno fino alla scadenza dello specifico contratto sottoscritto in abbinamento alla linea di credito .

CON L’APPROVAZIONE DEL DDL CONCORRENZA

Se il testo venisse approvato, nel primo caso il divieto del tacito rinnovo è esteso anche alle garanzie accessorie poichè all’articolo 170 bis del Codice delle assicurazioni verrà aggiunta l’indicazione “La risoluzione (automatica, ndr) si applica anche alle assicurazioni dei rischi accessori … qualora lo stesso contratto garantisca simultaneamente sia il rischio principale sia i rischi accessori”.

Nel secondo caso, quelle delle coperture acquistate insieme a un finanziamento, tutto rimane invariato rispetto ad ora.

Leave A Reply