Auto: cosa sapere e come funziona il Foglio Unico

0

Il vice ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Riccardo Nencini, ha annunciato l’addio al libretto di circolazione e certificato di proprietà automobilistico, che verranno presto sostituiti dal Foglio Unico.

La novità rientra nell’ambito della riforma della Pubblica Amministrazione e porterà ad un risparmio anche per i cittadini di 39 euro in caso di nuova immatricolazione o passaggio di proprietà.

Secondo quando dichiarato da Riccardo Nencini, il “vecchio certificato di proprietà dovrebbe scomparire sia nella sua forma cartacea che in quella digitale, venendo così incluso nella carta di circolazione. Del resto il certificato di proprietà era un’anomalia del tutto italiana, visto che il libretto di circolazione è l’unico documento che ha valenza internazionale poiché regolato da direttive europee.

COS’E’ IL FOGLIO UNICO

foglio unicoPer capire al meglio il nuovo Foglio Unico è bene ricordare quali sono le caratteristiche dei due documenti ad oggi in vigore in Italia:

  • il libretto di circolazione (o carta di circolazione) è il documento rilasciato dalla Motorizzazione Civile che contiene dati tecnici e amministrativi dell’auto, quindi anche quelli del proprietario dei veicolo;
  • il certificato di proprietà è il documento rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) che attesta lo stato giuridico del veicolo ed è fondamentale per eseguire un passaggio di proprietà o notificare il furto/demolizione/radiazione del mezzo. Tale documento è già stato dematerializzato nel 2015 con l’arrivo del Certificato di Proprietà Digitale.

Il Foglio Unico di circolazione non è altro che la fusione di tali documenti, novità che aiuterà amministrazioni, burocrazia e automobilisti nel disbrigo delle pratiche oltre che a portare ad un’interessante risparmio di soldi.

CHI RILASCERA’ IL FOGLIO UNICO

Il Decreto sul Foglio Unico deve ancora chiarire molti aspetti di questo nuovo documento: non è ancora certo se ad emetterlo sarà la Motorizzazione o l’ACI, titolare del pubblico registro automobilistico (PRA), ma pare che i due enti si stiano mettendo d’accordo per unificare la procedura riguardante nuove immatricolazioni e passaggi di proprietà.

L’approvazione del provvedimento è comunque prevista entro il giorno 28 febbraio 2017, con la speranza che questi aspetti vengano chiariti al più presto e che non vengano a crearsi problemi per i cittadini.

QUANTO SI RISPARMIA ?

L’aspetto economico è forse tra i pi interessanti. Il Foglio unico permetterà l’eliminazione di due bolli dal costo complessivo di 32 euro, e l’iscrizione/trascrizione di ogni veicolo all’ACI passerà dai 27 euro attuali ai 20 euro.

Il risparmio insomma in casa di nuova immatricolazione o passaggio di proprietà si tradurrà in 39 euro di spesa in meno; tale risparmio verrà avvertito solo dal 2018, quando gli effetti di questa manovra saranno verificabili.

Leave A Reply