Rimborso sinistro Consap: come funziona

0

consapEvitare l’aumento dell’assicurazione a seguito di sinistro è possibile? Esiste una procedura che non tutti conoscono che permette agli assicurati di rimborsare il danno causato e liquidato dalla compagnia, evitando così l’applicazione del malus.

Si tratta delle procedura di rimborso gestita dalla Consap a cui è possibile accedere in determinati casi e che permette la cancellazione del sinistro dal proprio attestato di rischio, come se esso non fosse mai avvenuto. In questo modo l’assicurato evita la penalizzazione della classe di merito e il conseguente aumento di premio rca.

QUALI SINISTRI SONO RISCATTABILI

Iniziamo col chiarire quali sono i sinistri riscattabili, ossia quelli rimborsabili alla compagnia pagante tramite il versamento alla Consap:

  • Sinistri accaduti a partire dal 1° febbraio 2007 (data di avvio del risarcimento diretto);
  • Sinistri liquidati e contabilizzati totalmente per i quali non risultino pendenti altre partire di danno.

E’ bene quindi ribadire che i sinistri rientrando in questa particolare procedura solo soltanto quelli liquidati tramite indennizzo diretto; da questo ne deriva che non sono riscattabili i sinistri che hanno coinvolto più di due veicoli, che hanno coinvolto un ciclomotore, sinistri con compagnie che non aderiscono alla CARD, infine sinistri che prevedono una franchigia sulla garanzia di responsabilità civile.

In questi casi l’assicurato dovrà rivolgersi alla propria compagnia per ottenere le informazioni sull’eventuale possibilità del riscatto del sinistro.

COME RICHIEDERE ED EFFETTUARE IL RIMBORSO

Per dare il via al processo di riscatto di un sinistro l’assicurato dovrà effettuare apposita richiesta alla Consap per conoscere l’esatto importo liquidato al danneggiato nell’ambito della procedura del risarcimento diretto.

Sul sito Consap è infatti presente un’apposito modulo online di richiesta da compilare con tutti i dati relativi al sinistro di cui si intende effettuare il rimborso. Le informazioni da fornire sono:

  • data del sinistro;
  • targa del responsabile;
  • targa del danneggiato;
  • compagnia assicurativa del responsabile;
  • compagnia assicurativa del danneggiato.

Una volta inviata la richiesta, che può essere fatta anche da un delegato con apposito documento di riconoscimento, l’assicurato riceverà via mail o via posta la comunicazione contenete l’indicazione dell’importo da rimborsare e le coordinate bancarie per effettuare il bonifico alla Consap.

Ricevuto il pagamento la Consap comunicherà il tutto alla compagnia e fornirà all’assicurato l’apposita ricevuta utile per richiedere alla propria compagnia la riclassificazione del contratto e la correzione dell’attestato di rischio.

Leave A Reply