Truffa alle Assicurazioni: cosa si rischia?

0

truffa assicurazioniLa crisi economica purtroppo spinge sempre più persone a comportarsi in maniera poco onesta, tentando di ottenere risarcimenti dalle compagnie di assicurazioni per sinistri mai avvenuti.

E’ bene quindi sapere che la truffa ai danni delle assicurazioni è un reato penale che può costare molto caro a chi tenta di ottenere denaro o comunque un vantaggio economico non spettante. Vediamo cosa si rischia a truffare le compagnie assicurative.

ART. 642 DEL CODICE PENALE

L’Art. 642 del Codice Penale affronta con chiarezza quali sono i reati di cui è possibile macchiarsi e quali sono le pene che si rischiano a truffare o tentare di truffare la compagnia assicurativa:

Chiunque, al fine di conseguire per sé o per altri l’indennizzo di una assicurazione o comunque un vantaggio derivante da un contratto di assicurazione, distrugge, disperde, deteriora od occulta cose di sua proprietà, falsifica o altera una polizza o la documentazione richiesta per la stipulazione di un contratto di assicurazione è punito con la reclusione da uno a cinque anni.

Alla stessa pena soggiace chi al fine predetto cagiona a se stesso una lesione personale o aggrava le conseguenze della lesione personale prodotta da un infortunio o denuncia un sinistro non accaduto ovvero distrugge, falsifica, altera o precostituisce elementi di prova o documentazione relativi al sinistro. Se il colpevole consegue l’intento la pena è aumentata. Si procede a querela di parte”.

REATO ANCHE LA TENTATA TRUFFA

E’ chiaro quindi che il reato si configura sia per la tentata truffa sia che la truffa sia portata a compimento, e poi scoperta dalla compagnia o dalle autorità. Non è necessario quindi che la persona ottenga un vantaggio economico dalla compagnia, ma basta soltanto che sia provata l’intenzione indiscutibile a truffare la compagnia d’assicurazione per essere condannati alla relativa pena.

Nel caso di truffa portata a compimento il reato prevede quindi pene ancora più pesanti.

GRANDE IMPEGNO CONTRO I TRUFFATORI

Negli ultimi anni il lavoro delle Forze dell’Ordine è stato sempre più incisivo; sono notizie ormai di tutti i giorni quelle che riportano la scoperta di vere e proprie bande criminali specializzate in truffe assicurative, che purtroppo sempre più spesso coinvolgono professionisti come avvocati, medici, carrozzieri e gli stessi periti assicurativi.

Anche il lavoro di verifica delle compagnie si è fatto sempre più intenso; le imprese sempre più frequentemente incaricano professionisti in grado di verificare la veridicità delle dichiarazioni degli assicurati, oppure investigatori privati fondamentali per smascherare i truffatori in determinate situazioni. Il tutto viene gestito da appositi uffici antifrode istituiti da tantissime compagnie al fine di limitare al massimo l’incidenza dei falsi sinistri nei loro bilanci.

Leave A Reply