Passaggio auto tra familiari, come assicurare il mezzo

0

passaggio proprietàVogliamo oggi analizzare una particolare situazione in cui molti assicurati vengono a trovarsi e che crea sempre molti dubbi relativamente all’assicurazione rca. Si tratta del passaggio di proprietà di un mezzo tra familiari conviventi; cosa succede in questo caso all’assicurazione e come dev’essere stipulata correttamente la polizza rca?

COME ASSICURARE CORRETTAMENTE IL MEZZO

Iniziamo col fare un’esempio chiaro: all’interno di una famiglia il padre decide di regalare la propria auto al figlio, effettuando un passaggio di proprietà a suo nome. Cosa succede all’assicurazione del padre che assicurava il mezzo fino alla decisione di effettuare il passaggio e come può essere assicurata l’auto di proprietà del figlio?

In questa particolare situazione il nuovo proprietario, il figlio, si trova di fronte a due possibilità:

  1. assicurare l’auto partendo in classe cu 14, ossia come prima assicurazione su un mezzo appena acquistato;
  2. assicurare l’auto usufruendo della legge bersani per iniziare il nuovo contratto con una classe di merito più favorevole rispetto alla 14 d’ingresso.

Il primo caso, ossia quello della polizza in classe 14, è l’unica possibilità per assicurare il mezzo nel caso non fosse applicabile la Legge bersani, ossia:

  • non vi è alcun mezzo aggiuntivo in famiglia, anche di proprietà di altro familiare convivente;
  • non vi è alcuna polizza attiva sul mezzo aggiuntivo presente, poiché magari sospesa al momento o non assicurato.

Ricordiamo infatti che per poter usufruire della Legge Bersani è necessario che vi sia in famiglia un’ulteriore vicolo oltre a quello che si intende assicurare, appartenente alla stessa categoria di veicolo e attualmente assicurato al momento della stipula della nuova polizza. Il secondo caso è quindi quello in cui l’agevolazione bersani è invece utilizzabile per partire con un contratto in un classe di merito più favorevole.

COSA SUCCEDE ALLA VECCHIA POLIZZA

Se l’auto era già assicurata a nome del padre al momento del passaggio di proprietà, egli ha diritto al rimborso della parte di premio pagata e non goduta a suo nome, semplicemente fornendo alla compagnia prova della vendita del mezzo e restituendo il certificato assicurativo. Spesso, trattandosi di passaggio tra familiari, è possibile richiedere alla compagnia la cessione del contratto dal vecchio al nuovo proprietario: in questo caso la compagnia trasferirà il contratto al nuovo proprietario, calcolando l’eventuale differenza di premio, positiva o negativa che sia, in base alla situazione in cui si trova l’assicurato, ossia se deve essere assegnato ad una classe 14 o può usufruire di Legge Bersani.

Leave A Reply