Premi Rc Auto: Napoli e Milano a confronto

0

comparatori rcaLe tariffe della polizze assicurative in Italia stanno veramente diminuendo? Qual’è la situazione dell regioni del Sud? Il problema del caro rc auto affligge ormai da anni tutta Italia, ma ovviamente è più accentuato in alcune zone del Meridione poco gradite alle compagnie assicurative.

Tra tutte Napoli rappresenta lo spauracchio per molte Imprese assicurative che tutt’oggi propongono tariffe rca molto elevate. Non è un problema solo del capoluogo campano, ma anche di alcune provincie del centro Italia, come ad esempio diverse province toscane.

IL CONFRONTO NAPOLI-MILANO

Per darvi un’idea di quello che è l’attuale divario tariffari ora Nord e Sud Italia, abbiamo deciso di effettuare un breve confronto tra le tariffe rca proposte da alcune compagnie presenti nel comparatore facile.it, calcolate su un’assicurato tipo ossia:

uomo nato nel 1976, con patente conseguita a 18 anni, in possesso di una Fiat 500L 1.3 Multijet del 2012, assicurato in classe cu 01 e attestato di rischio completo senza incidenti negli ultimi 5 anni.

I PREVENTIVI

I preventivi sono calcolati sul comune di Napoli e su quello di Milano. Ecco i preventivi proposti da Facile.it:

NAPOLI:

  • ConTe 817 euro (polizza satellitare)
  • Direct Assicurazioni 948 euro
  • Quixa 957 euro
  • Quixa satellitare 996 euro
  • Conte 1093 euro
  • Tua 1947 euro
  • Direct Line 2545 euro
  • Zurich 2717 euro
  • Linear 3382 euro

MILANO:

  • ConTe 336 euro
  • Genialloyd 436 euro
  • Direct Line 485 euro
  • Quixa 696 euro
  • Quixa – satellitare 741 euro
  • Tua 894 euro
  • Linear 1.035 euro

E evidente quindi che i premi rca su Napoli, a parità di soggetto assicurato, siano molto più elevati da un minimo di 2 volte e mezzo fino a sei volte rispetto ai premi proposti su Milano. Anche le singole compagnie propongono premi molto diversi: il caso più evidente è quello di Direct Line che passa dai 485 euro di Milano ai 2.545 euro di Napoli.

C’è quindi ancora tanto da fare per arrivare ad avere premi più equi nel Sud Italia, soprattutto per quei profili virtuosi che non creano alcun danno alle compagnie.

Leave A Reply