Assicurazione RcAuto pagata agli immigrati: la vicenda che crea polemica

0

rcautoLa vicenda segnalata da un’impiegato di un’agenzia assicurativa di Fano ha subito creato una gran polemica: la Caritas del paese in provincia di Pesaro e Urbino pagherebbe le polizze assicurative a clienti extracomunitari, ovviamente con i soldi del famoso 8×1000 dei contribuenti.

DOVE FINISCE L’8X1000?

La vicenda segnalata da questo dipendente di un’agenzia di assicurazioni ha visto negli ultimi tempi come protagonisti diversi clienti extracomunitari giunti in agenzia per richiedere alcuni preventivi di rinnovo rc auto, preventivi poi girati alla Caritas di Fano che provvederà al pagamento. La denuncia della situazione è avvenuta per far sì che le persone conoscano dove finisce il famoso 8×1000.

LE DIFESA DI CARITAS

La replica di Caritas non si è comunque fatta attendere: il responsabile della Caritas Diocesana Angiolo Farneti ha prontamente precisato che si tratta di pagamenti per polizze assicurative di persone bisognose che senza l’auto non possono lavorare. La Caritas di Fano infatti rilascia circa 3mila euro a settimana di aiuti economici; oltre a polizze auto ci sono anche affitti, bollette e condomini, coperti a persone bisognose d’aiuto indipendentemente dalla religione e dal colore della pelle.

RISCHIO A SPESE DEGLI ITALIANI

Gli aiuti economici della Caritas vengono concessi in base a dei punteggi determinato dall’Isee, senza alcuna discriminazione. Si tratta ovviamente di iniziative lodevoli, ma destinate a creare grosse polemiche, soprattutto in un periodo di grandi difficoltà economiche per una grande fetta della popolazione italiana, ma anche per il rischio che qualcuno se ne approfitti a spese degli italiani.

Leave A Reply