L’Omidicio Stradale è finalmente Legge: inasprimento delle pene

0

omicidio stradaleLa Legge sull’Omicidio Stradale è stata finalmente approvata in via definitiva dal Senato della Repubblica. Con 149 Sì, 3 voti contrari e 15 astenuti, sono aumentate notevolmente le pene per chi provoca morti o feriti sulle strade. Si tratta di un’inasprimento delle pene atteso da anni a cui l’Italia è finalmente attivata dopo un lungo periodo di dibattiti.

Vediamo cosa cambia con la nuova Legge e quali sono le pene previste per i diversi casi.

OMICIDIO STRADALE

Per chi viola il codice della strada e provoca un incidente in cui muore una o più persone è prevista una pena con la reclusione da 2 a 7 anni. La pena aumenta da 5 a 10 anni, quindi il carcere è garantito, nei casi in cui il colpevole si trovi nelle seguenti situazioni:

  • è in stato di ebbrezza lieve (da 0,8 a 1,5 grammi per litro) o è colpevole di guida pericolosa, ossia procede in centro urbano ad una velocità superiore al doppio di quella consentita (comunque sopra i 70 Km/h), procede su strade extraurbane ad una velocità superiore di almeno 50 km/h rispetto a quella massima consentita, attraversa un semaforo con il rosso, circola contromano, fa inversione ad U dove non è consentito.

La pena aumenta ulteriormente da 8 a 12 anni se il colpevole è in stato di ebbrezza alcolica grave (sopra 1,5 gr/l), o in stato di alterazione psico-fisica per assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope.
La pena è invece diminuita fino alla metà quando l’omicidio stradale sia conseguenza anche di una condotta colposa della vittima.

LESIONI PERSONALI

Per chi viola il codice della strada provocando un incidente stradale ed avendo un tasso alcolemico tra 0,5 e 0,8 g/l è prevista una pena da 1 anno e 6 mesi a 3 anni nel caso abbia causato lesioni gravi, se le lesioni sono gravissime la pena va da 2 a 4 anni di carcere
Come nei casi analoghi all’omicidio, se il conducente guida ubriaco (tasso alcol sopra 0,8 g/l) o drogato, la pena va dai 3 ai 5 anni per le lesioni gravi e da 4 a 7 anni per lesioni gravissime. In caso di lesioni gravissime la pena prevista è da 2 a 4 anni, con le aggravanti diventa da 4 a 7 anni; inoltre se la malattia provocata ha una durata non superiore ai 20 giorni, il delitto è punibile sono con la querela da parte del danneggiato e, se non ricorrono le aggravanti, le pene sono diminuite della metà. E’ stata quindi eliminata la possibilità di applicare in via alternativa una sanzione pecuniaria.

AUMENTI E DIMINUZIONI DI PENA

Sia per l’omicidio che per le lesioni personali, qual’ora il colpevole non abbia conseguito la patente (o se è sospesa o revocata) o se il veicolo non risulta assicurato, sono previsti aumenti di pena, oppure nel caso in cui anche la vittima abbia avuto una condotta colposa una riduzione di pena. Per chi provoca la morte o lesione per più persone, la pena può essere aumentate fino al triplo, con un massimo di 18 anni di carcere.

ALLA GUIDA DI MEZZI PESANTI 

Già con un tasso alcolemico superiore a 0,8 gr/l, per i camionisti e autisti di autobus viene applicato il massimo della pena, ossia 8-12 anni per l’omicidio, 4-7 anni per lesioni gravissime.

OMISSIONE DI SOCCORSO

In caso di omicidio colposo ed omissione di soccorso viene applicato un aumento di pena da 1/3 a 2/3, che non può essere comunque inferiore ai 5 anni. Il colpevole che si ferma a prestare soccorso e si mette a disposizione degli organi di Polizia, non è soggetto all’arresto per flagranza di reato.

REVOCA O SOSPENSIONE PATENTE

In caso di condanna per omicidio stradale senza aggravanti o lesioni personali, la patente viene revocata per un periodo minimo di 5 anni, aumentabile fino a 15 anni se si guida sotto effetto di alcool o droghe, fino a 20 anni se in passato si è già subita una condanna per gravi violazioni al codice della strada, fino a 30 anni se si è anche colpevoli di non essersi fermati a prestare soccorso.
Essendo questa una pena accessoria, se il Giudice decide per la condanna con la sospensione condizionale della pena, il colpevole resta in possesso della patente, ma in caso di altra condanna, a questa si sommerà la pena prima sospesa.

TEMPI DI PRESCRIZIONE DEL REATO

Relativamente all’omicidio stradale è previsto il raddoppio dei termini di prescrizione e l’arresto obbligatorio nei casi con aggravante. La Procura può chiedere di prorogare il termine di durata delle indagini preliminari, ma una sola volta, oppure il Gip può ordinare d’ufficio il prelievo di campioni biologici (nei casi urgenti l’obbligo può essere imposto anche dalla Procura). Tra il rinvio a giudizio e l’inizio del processo non devono passare più di 60 giorni.

CLASSIFICAZIONE DELLE LESIONI

Come è possibile classificare il tipo di lesione causate? Ecco come l’Art. 582 del Codice penale indica la differenza tra i vari tipi di lesione, suddivisi in 4 categorie:

Lesione lievissima: quando dal fatto deriva l’incapacità di svolgere attività della vita quotidiana per tempo non superiore ai 20 giorni;

Lesione lieve: quando dal fatto deriva l’incapacità di svolgere attività della vita quotidiana per tempo  tra 21 e 40 giorni.

Lesione grave: quando dal fatto deriva una malattia che metta in pericolo la vita della persona offesa, una malattia o un’incapacità di attendere alle ordinarie occupazioni per un tempo superiore ai 40 giorni, ovvero l’indebolimento permanente di un senso o di un organo.

Lesione gravissima: quando dal fatto deriva una malattia certamente o probabilmente insanabile, la perdita di un senso, la perdita di un arto, o una mutilazione che renda l’arto inservibile, ovvero la perdita dell’uso di un organo o della capacità di procreare, ovvero una permanente e grave difficoltà della favella, la deformazione o lo sfregio permanente del viso.

Leave A Reply