Anche il Certificato di Proprietà è digitale, cosa cambia per gli utenti

0

cdp digitaleE’ l’anno della digitalizzazione: dal 18 ottobre scomparirà il tagliando assicurativo, ma dal 5 di ottobre un’altro prezioso documento cartaceo verrà sostituto dal formato digitale. Si tratta del Certificato di Proprietà, che non verrà più né prodotto, né consegnato ai possessori dei mezzi di trasporto.

CDP digitale, cosa cambierà

A tutti coloro che acquisteranno un veicolo o di nuova immatricolazione o da voltura, verrà rilasciata soltanto la ricevuta dell’avvenuta registrazione nel PRA. Il CDP diventa quindi digitale grazie al progetto strategico denominato “Semplific@uto”: gli utenti che si rivolgeranno direttamente al PRA o a uno studio di pratiche auto con attivo lo Sportello Telematico dell’Automobilista (STA), usufruiranno quindi della nuova procedura digitale. Il CDP verrà registrato in formato digitale all’interno dell’archivio informatico dell’ACI.

Le ricevute di registrazione fornite ai clienti riporteranno delle stringhe alfanumeriche, ossia il QR-code di sicurezza con cui cittadini portanno accedere on-line a tutte le informazioni dei loro certificati ed alle consultazioni dei rispettivi stati giuridici tramite l’accesso all’indirizzo web che viene indicato sulla ricevute stesse. La sostituzione dei CDP cartacei in circolazione con il nuovo formato digitale avverrà gradualmente in base alla necessità di aggiornamento dei documenti da parte dei possessori.

Vantaggi per gli utenti

La dematerializzazione dei CDP permetterà un maggiore snellezza nell’erogazione dei servizi, un risparmio di carta e una maggiore sicurezza per gli utenti che potranno evitare furti o smarrimenti dei propri CDP.

Leave A Reply