Tariffa Italia RCA per chi non fa incidenti e accetta le condizioni

0

La tanto sognata tariffa unica rca si avvicina a diventare realtà: si tratta della Tariffa Italia approvata ieri alla Camera dei Deputati e che promette di annullare le differenze regionali relative ai prezzi delle polizze assicurative rca. Gli automobilisti che negli ultimi cinque anni non hanno avuto incidenti e che hanno installato la scatola nera potranno accedere a una tariffa Rc auto più bassa; ma vediamo bene di cosa si tratta.

Tariffa Italia: sconti indipendentemente dalla residenza

La proposta sulla Tariffa Italia risale in realtà al 2014 e permettere a tutti coloro che negli ultimi cinque anni non hanno avuto sinistri, di accedere alla tariffa corrispondente alla migliore media d’Italia, indipendentemente da quale sia la loro provincia di residenza. Ne consegue che gli assicurati virtuosi delle zone del Sud più penalizzate, godranno così di premi rca nettamente più bassi rispetto agli attuali.

Le condizioni

Il disegno di legge prevede inoltre che se il consumatore al momento della stipula del contratto accetta una o più condizioni determinate dalla legge, ha diritto a uno sconto sul prezzo della polizza in percentuale non inferiore a quella determinata dall’Ivass entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge in esame. Per le regioni ad alto tasso di sinistrosità tali percentuali saranno più elevate. Le condizioni che il consumatore potrà accettare riguardano l’ispezione del veicolo, l’installazione della scatola nera e l’installazione di un meccanismo che impedisce l’accensione del motore in caso di elevato tasso alcolemico del conducente.

Ivass al lavoro

Se il disegno di legge verrà approvato definitivamente sarà compito dell’Ivass determinare una percentuale di sconto minima, in favore di soggetti che risiedono nelle regioni con costo medio del premio superiore alla media nazionale, che non abbiano causato sinistri per almeno cinque anni e che abbiano installato la scatola nera. Tale percentuale di sconto minima in ogni caso dovrà rapportarsi alla tariffa applicata ai soggetti residenti in regioni con tassi di sinistrosità inferiori rispetto alla media nazionale.

Leave A Reply