Ddl Concorrenza e assicurazioni: taglio ai risarcimenti con retroattività

0

ddl concorrenzaUn emendamento al Ddl Concorrenza rischia di rendere l’ennesimo favore alle compagnie assicurative: i nuovi tagli ai risarcimenti per le lesioni fisiche diventerebbero retroattivi, ossia comprenderebbero i risarcimenti ancora in fase di definizione per i sinistri pendenti al momento in cui la nuova legge entrerà in vigore.

Taglio ai risarcimenti, anche per quelli pendenti

Sembrano rimanere inascoltate le osservazioni della Commissione Giustizia sulla necessità di correggere le nuove regole sul danno non patrimoniale per le vittime degli incidenti, ma il nuovo emendamento, oltre a confermare la volontà Governo ai tagli ai risarcimenti, punta a far rientrare in tale sistema anche i sinistri avvenuti prima dell’entrata in vigore della legge e non ancora liquidati.

Il comma 2 bis dell’emendamento presentato dai relatori Martella e Fregolent prevede che i parametri della nuova tabella unica nazionale vengano applicati anche alle richieste di risarcimento danni in pendenza, situazione che non fa altro che far risparmiare un bel po’ di soldi alle compagnie, come se non bastassero quelli che verranno risparmiati sui risarcimenti futuri se la nuova legge venisse approvata.

Con la nuova tabella unica nazionale i risarcimenti verranno praticamente dimezzati, con la valutazione dei punti di invalidità che crescerà proporzionalmente solo al superamento del 90% di IP, quindi per macrolesioni.

L’Ania per l’approvazione rapida

L’Ania spinge ovviamente per una celere approvazione del Ddl, ribadendo che tali nuove regole sui risarcimenti porteranno all’abbassamento dei prezzi Rc auto. Per il momento le nuove regole sembrano il solito regalo alle compagnie assicurative, con la solita scusa dei costi troppo elevati per i risarcimenti; nel frattempo però i premi rca continuano a non diminuire.

Leave A Reply