Assicurazione Rca Gratis: cosa si rischia?

0

A seguito delle numerose segnalazioni delle associazioni dei consumatori sulle polizze rca gratis offerte da alcune case automobilistiche, l’Ivass ha aperto un’indagine per richiedere maggiori informazioni alle compagnie e tutelare i consumatori da spiacevoli sorprese al termine della promozione offerta. Al termine di essa infatti gli assicurati rischiano di perdere i benefici della classe di merito maturata su un precedente veicolo, oppure di perdere la possibilità di usufruire della Legge Bersani da altro veicolo presente nel proprio nucleo familiare.

Consigli dell’Ivass prima dell’accettazione

L’indagine Ivass punta quindi ad approfondire gli aspetti di queste promozioni sempre più diffuse tra le case automobilistiche per incrementare le vendite dei veicoli, allettando i clienti con l’opportunità di usufruire di uno o più anni di assicurazione rca gratuita. L’Ivass offre al momento tre suggerimenti da prendere in considerazione prima di accettare l’offerta della casa automobilistica:

  1. chiedere se la polizza rca gratuita sarà intestata al proprietario del nuovo veicolo e se è previsto il rilascio di un attestato di rischio a proprio nome (spesso si tratta di polizze a libreo matricola quindi non intestate a proprietario del mezzo, con conseguente possibilità di perdere la propria classe di merito);
  2. rivolgersi ad un intermediario di fiducia per eventuali confronti e consigli per evitare di perdere gli effetti sulla classe di merito acquisita precedentemente;
  3. chiedere se la polizza è bonus-malus o con formula “a franchigia” (oltre all’eventuale perdita della precedente classe di merito si rischia di pagare di tasca propria una parte di danno in caso di incidente causato).

Perdita della classe e della Legge Bersani

I consigli dell’Ivass mirano a mettere in guardia gli assicurati dalla possibilità di perdere la propria classe di merito maturata su un precedente veicolo di proprietà, oppure sulla possibilità , una volta terminata la promozione, di usufruire della Legge Bersani prendendo la classe di merito più favorevole di un proprio familiare. La Legge Bersani infatti è applicabile soltanto al momento della prima polizza sul veicolo acquistato e non dopo 1 o 2 anni di promozione usufruita; ecco perchè il rischio che gli assicurati corrono è di dover ripartire dalla classe cu 14, se non 18, con conseguente premio assicurativo molto elevato rispetto a quello che avrebbero pagato se avessero rifiutato l’offerte della polizza gratuita.

Leave A Reply