Polizza vita dormiente: le compagnie devono avvisare i clienti alla scadenza

0

vitaLe compagnie hanno il dovere di avvisare i clienti almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza vita: è il regolamento Isvap in vigore dal 2010 in tema di polizze vita ad evidenziare questo aspetto, confermato dalla sentenza dal Tribunale di Pisa sulla vicenda di un’anziana cliente.

Polizza vita dormiente

La cliente 82enne aveva sottoscritto nel 2003 una polizza vita di durata 6 anni, sitpulata con axa Mps Assicurazioni Vita tramite un’agenzia bancaria, e giunta alla scadenza, dimenticandosi di tale evento, non aveva esercitato il diritto alla riscossione. Richiesto nel 2009 il ritior del capitale l’assicurata si vede rispondere che il suo contratto era andato in prescrizione essendo passati più di 2 anni dalla scadenza e i suoi soldi devoluti al fondo istituito presso il ministero dell’Economia e della Finanza. La signora assistita dal proprio legale di fiducia ha fatto quindi causa alla compagnia che è stata condannata dal Tribunale di Pisa alla restituzione del capitale maturato più interessi poichè secondo regolamento Ivass la compagnia aveva l’obbligo di informare la cliente della polizza in scadenza almeno 30 giorni prima della fine del contratto, cosa non avvenuta poichè la controparte riteneva quet disposizione Ivass divenuta operativoa dopo la scadenza del contratto della cliente.

Il Tribunale di Pisa ha quindi dato ragione alla cliente poichè l’assicurazione non ha tenuto una condotta improntata sulla correttezza e buona fede. Avvertire i clienti almeno 30 giorni prima della scadenza della poliza vita è quindi un’obbligo di legge che le compagnie devono rispettare, pena il pagamento del capitale spettante più interessi e spese legali ovviamente.

Leave A Reply