Tariffe Rca: parità tra uomo e donna, non tra Nord e Sud

0
L’Ivass rileva con le proprie indagini l’andamento trimestrale dei prezzi delle assicurazioni rc auto in 21 provincie italiane per 11 profili assicurativi, sia auto che moto. Dall’ultima indagine è emerso che si è realizzata la parità di trattamento tariffario tra uomo e donna, ma rimane un grande divario tariffario tra i prezzi praticati al Nord e ad Sud.

Ok alle tariffe uomo-donna, ma resta il problema al Sud

Passati 12 mesi dall’entrata in vigore della sentenza della Corte di Giustizia dell’UE in materia di parità di trattamento tra uomo e donna in ambito assicurativo, si è verificato quindi che le compagnie applichino correttamente tariffe uniformi indipendentemente dal sesso dell’assicurato, come richiesto appunto dalle istituzioni europee. Se in questo ambito le compagnie hanno ascoltato le indicazioni dell’Europa, sul fronte delle discriminazioni territoriali siamo ancora lontani da una ragionevole soluzione. Le tariffe rca al Nord risultano in diminuzione mentre quelle riferite ai territori del centro-sud rimangono costanti se non in aumento.

Secondo l’Ivass il calo delle tariffe in molte zone d’Italia è dovuto, oltre a fattori prettamente tecnici, anche al calo del numero di sinistri, conseguenza del minor utilizzo del veicoli causa crisi. Resta comunque un punto di grande criticità il problema delle tariffe assicurative nel meridione, un’aspetto che le prossime misure legislative dovranno assolutamente prendere in considerazione al fine di giungere ad un soluzione che si speri avvicini comunque il premio medio rca in Italia minimamente confrontabile con quello dei restanti paesi europei.

Leave A Reply