Come può un giovane neopatentato risparmiare sull’assicurazione rc auto?

0

neopatentatoL’assicurazione auto per un giovane neopatentato rappresenta sempre più un vero e proprio tabù: i giovani assicurati che intendono assicurare un’autovettura, anche utilitaria, finiscono per pagare premi rc auto talmente elevati che spesso superano il valore stesso del veicolo. Come può allora un giovane neopatentato risparmiare il più possibile sull’assicurazione auto?

Ecco i consigli per un giovane neopatentato per ottenere il massimo risparmio sull’assicurazione rc auto:

  • usufruire della legge bersani se possibile: se nel nucleo familiare è presente un’autovettura assicurata con una classe migliore rispetto alla cu 14 di partenza è bene usufruire di tale agevolazione per iniziare il contratto rc auto partendo da una classe più bassa, risparmiando così centinaia di euro;
  • stipulare l’assicurazione a nome di un adulto ma con guida libera: a livello di risparmio è sicuramente conveniente intestare il mezzo al Pra ad un adulto, ad esempio un genitore, e stipulare così l’assicurazione rc auto su tale assicurato che sicuramente usufruisce di tariffe assicurative più convenienti rispetto a quelle che le compagnie riservano agli assicurati diciottenni. E’ bene però ricordarsi di verificare che il contratto di assicurazione prevede la guida libera, ossia copertura dei danni causati da qualsiasi conducente alla guida, quindi anche neopatentati di giovane età.
  • valutare l’inserimento di una franchigia sull’Rc: per risparmiare può essere un’dea quella di valutare l’eventuale inserimento di una franchigia sui danni da responsabilità civile, ossia quella parte di danno che rimane a carico dell’assicurato danneggiante; valutate con attenzione il rapporto risparmio/rischio a secondo dell’utilizzo del veicolo e dello stile di guida per non rischiare di dover rimetterci troppi soldi in caso d’incidente.

Leave A Reply