Assicurazioni auto: come riconoscere una truffa

0

contrassegnoL’attenzione degli assicurati con le truffe assicurative deve sempre essere ai massimi livelli, soprattutto in questo ultimo periodo in cui il fenomeno delle assicurazioni false sta dilagando in tutta Italia. Sempre più spesso le forze dell’ordine ma anche i clienti stessi si imbattono in documenti assicurativi falsificati e polizze rca prive di alcuna copertura assicurativa perchè stipulate con Compagnie fantasma. Come evitare quindi di imbattersi in una truffa?

Spesso i clienti si accorgono di essere stati truffati a seguito di un controllo delle forze dell’ordine o peggio quando si viene coinvolti in un incidente. A volte invece capita di pagare il premio e non ricevere il contrassegno via posta perchè stipulato su internet attraverso portali che distribuiscono polizze irregolari. Per questi motivi è importante prestare la massima attenzione soprattutto ad elementi che spesso sono comuni a queste truffe:

  • i truffatori spesso usano la stampa locale pubblicizzare le proprie “polizze auto economiche” con annunci molto simili a quelli delle compagnie assicurative più conosciute;
  • i prezzi pubblicizzati sono quasi sempre molto bassi, troppo, per attirare il maggior numero di clienti;
  • alcune pubblicità non indicano il nome della compagnia o del broker, questo è già un segnale di probabile truffa;
  • spesso i truffatori pubblicizzano la vendita delle polizze assicurative assieme ad altre attività.

Come riconoscere un contrassegno falso?

Nonostante la tecnologia utilizzata dai truffatori spesso possa creare grossi problemi nel riconoscimento, la maggior parte dei contrassegni falsificati presenta caratteristiche non uniformi con quelle che devono possedere i tagliandi. I contrassegni rca originali devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Misure larghezza 80 mm. e lunghezza 76 mm
  • Stampa in litografia su carta da 70 gr/mq.
  • Colori resistenti al sole: fregio blu (esterno), terra di Siena (interno), fondo giallino e testo in nero.

Non soffermatevi quindi alla sola ricezione della documentazione di polizza per avere conferma dell’esistenza della copertura assicurativa, ma osservatela con attenzione e in caso di dubbi rivolgetevi immediatamente alle forze dell’ordine per scongiurare il rischio di circolare con un’assicurazione falsa e priva di validità. Ricordate quindi che è dovere del consumatore accertarsi di possedere una polizza valida, poichè la legge non ammette ignoranza in questi casi e le sanzioni possono essere molto pesanti oltre alle conseguenza economiche in caso di incidente.

Leave A Reply