Italiani residenti all’estero: Assicurare un’auto in Italia è possibile

0

aireLa legge consente agli Italiani residenti all’estero iscritti AIRE la possibilità di possedere un’autovettura immatricolata in Italia anche se il luogo di residenza è all’estero, in alternativa all’immatricolazione nella nazione di residenza. E’ sufficiente che il proprietario fornisca un recapito di riferimento in Italia, ad esempio la casa di un parente o anche di un amico.

E’ quindi possibile utilizzare un’auto in Italia o all’estero anche se la residenza del proprietario non è all’interno del territorio italiano; il problema, provato sulla propria pelle da molti italiani residenti  all’estero, è quello dell’assicurazione rc auto: e‘ possibile assicurare un veicolo con targa Italiana, avendo residenza all’estero?

L’Ivass ha precisato che tutte le compagnie operanti sul territorio Italiano sono obbligate a rilasciare tale copertura Rca, al pari di tutti gli altri veicoli Italiani. Purtroppo però molte compagnie rifiutano la stipula di tali polizze, spesso per inesperienza dell’intermediario. Le compagnie quindi non possono rifiutare di contrarre questa tipologia di assicurazioni, ma possono richiede della documentazione aggiuntiva, come copia dell’iscrizione AIRE o  un documento che dimostri il domicilio di riferimento in Italia. In caso di rifiuto da parte di una compagnia, potete rivolgervi direttamente all’IVASS, ma spesso basta la minaccia di una segnalazione a tale organo per far prestare maggiore attenzione all’assicuratore nel risolvere la questione.

Nel caso necessitiate di tale assicurazione il consiglio è quelle di rivolgersi ad un broker, che cercando tra più compagnie, saprà trovare velocemente una compagnia disposta ad emettervi il contratto. Riguardo le compagnie online purtroppo per questo caso particolare l’unica mossa è quella di rivolgersi ai call center delle compagnie dirette, poichè spesso il preventivatore online non permette l’inserimento della residenza estera per il calcolo del preventivo rca.

E’ difficile rispondere alla domanda “quanto costa assicurare un’auto con targa Italiana intestata ad un iscritto AIRE? “. In tutti i casi però è prevista una maggiorazione di premio, che si va ad aggiungere al premio base calcolato come quello che si avrebbe se l’intestatario fosse residente all’indirizzo Italiano del recapito. La maggiorazione non è mai fissa, ma analizzando diverse proposte, possiamo calcolare come un’aumento del 20%-40% rispetto alla polizza di base.

Leave A Reply