Pagamento in ritardo di una polizza assicurativa: effetti e conseguenze

1

polizzaCapita spesso, in tempo di crisi ancor di più, di pagare un polizza assicurativa in ritardo rispetto alla scadenza concordata con la compagnia, sia che si tratti di una polizza rc auto sia riguardo altre tipologie di assicurazioni. Purtroppo le conseguenze e gli effetti sull’operatività del contratto non sono gli stessi per tutte le tipologie di assicurazioni, per cui è importante conoscerne le differenze quando si paga un contratto assicurativo in ritardo per evitare spiacevoli problemi.

Polizze Rc auto

Pagare una polizza rca in ritardo rispetto alla scadenza intermedia o annuale può creare problemi a livello di copertura assicurativa; di legge la copertura è garantita dalla compagnia nei 15 giorni successivi alla data di scadenza indicata nel contrassegno assicurativo, alla mezzanotte del 15° giorno infatti la copertura termina e la compagnia non è piu tenuta ad alcun indennizzo in caso di sinistro.
Una cosa molto importante da sapere nel caso l’assicurato pagasse la polizza dopo lo scadere dei 15 giorni di copertura è che la garanzia riprenderà l’operatività alla mezzanotte del giorno di pagamento del premio, il quale non subirà alcuna maggiorazione per il ritardato pagamento. La polizza inoltre manterrà la stessa scadenza di rata o di polizza (i giorni in cui non si è usufruito della garanzia andranno comunque persi).

Polizze danni

Per le polizze danni il discorso cambia a seconda della presenza o meno del tacito rinnovo:

  • polizze con tacito rinnovo: la garanzia è operativa entro i 15 giorni dalla scadenza della rata intermedia o annuale, dopodichè l’operatività riprenderà dalla mezzanotte del giorno di pagamento.
  • polizze senza tacito rinnovo: la garanzie è operativa entro i 15 giorni dalla scadenza se si tratta di una rata intermedia. Non essendoci il tacito rinnovo la polizza il giorno della scadenza annuale terminerà la sua operatività e non offrirà i 15 giorni di copertura aggiuntiva.

Il ritardato pagamento di una polizza danni non comporta alcun aggravio al cliente; ricordiamo però che per le polizze danni giunte alla scadenza annuale con tacito rinnovo vige l’obbligo di disdetta 60 giorni prima, pena l’invio della pratica di riscossione al legale incaricato dalla compagnia.

Polizze vita

Le polizze vita, caso vita o caso morte che siano, non prevedono l’obbligo di pagamento del premio da parte del cliente per cui la compagnia non potrà procedere al pagamento forzoso. Per le polizze temporanee caso morte l’operatività della garanzia si sospenderà a partire dal 30° giorno dopo la scadenza della rata non pagata e ripartirà dalla mezzanotte del giorno di pagamento del premio dovuto. Ricordiamo che in caso di riattivazione della polizza la compagnia potrebbe richiedere la presentazione di un nuovo questionario anamnestico per verificare l’eventuale insorgenza di patologie nel periodo in cui l’assicurato non è stato coperto dalla garanzie assicurativa. Non sono previsti interessi di mora a carico del cliente per il ritardato pagamento.
Per le polizze caso vita, i classici piani di accumulo o simili, il ritardato pagamento della rata produce il pagamento di interessi di mora dovuti dal 30° giorno successivo alla scadenza della rata.

1 commento

  1. Pingback: Mancato pagamento del premio assicurativo - Ferruaarticoli

Leave A Reply