Telecamere per individuare i veicoli senza assicurazione

0

telecameraSta per essere presentato in Parlamento un’emendamento al Decreto Destinazione Italia che darà una bella mano alla lotta ai veicoli sprovvisti di assicurazione. Dal 15 febbraio infatti le telecamere presenti sulle strade italiane (tutor, zone ztl e telepass compresi) controlleranno la situazione assicurativa dei veicoli in circolazione sulle strade italiane.

In Italia circolano ogni giorno 3,8 milioni di veicoli sprovvisti di regolare copertura assicurativa di legge, per cui le potenzialità di questi nuovi sistemi di controllo sono enormi. L’emendamento in questione sarà presentato in Parlamento dal relatore Yoram Gutgeld del Pd e conterà tutte le modifiche legislative che introdurranno questa sorta di rivoluzione nel controllo della regolarità assicurativa dei veicoli circolanti su strada.

Proprio in attesa dell’entrata in vigore di questa nuova legge è stato necessario omologare i diversi tipo di apparecchi di controllo utilizzati sulle strade italiane e anche realizzare il database a cui le autorità possono collegarsi per verificare la sussistenza delle coperture assicurative associate alle targhe rilevate.
Come precisato da Erasmo D’Angelis, sottosegretario Infrastrutture e Trasporti “l’archivio informatico della Motorizzazione con la digitalizzazione dei processi, da metà febbraio, sarà in grado di fornire in tempo reale al ministero dell’Interno e alle forze dell’ordine tutti i dati delle auto senza copertura assicurativa“.
Le sanzioni per chi circola senza assicurazione possono arrivare fino ai 3.366 euro con il sequestro del veicolo; esiste però la possibilità di riduzione di tale importo pagando la multa entro 5 giorni e riattivando l’assicurazione entro 30 giorni, portando la sanzione a “soli” 147 euro.

L’entrata in vigore di queste nuove possibilità per combattere i veicoli che circolano senza assicurazione si spera porteranno alla diminuzione della tariffe rca, ma per questo bisognerà aspettare ancora un po’ per poter giudicare il reale effetto della nuova norma.

Leave A Reply