Cos’è il brokeraggio assicurativo?

1
brokers

Negli ultimi anni il brokeraggio assicurativo si è sempre più affermato anche tra gli assicurati comuni, grazie all’enorme diffusione appunto della figura del broker assicurativo. Sempre più agenti assicurativi evolvono in broker e la curiosità degli assicurati verso questa figura è in costante crescita.

La figura del broker?

Il Regolamento ISVAP n. 5 del 16/10/2006 definisce la figura del broker assicurativo come segue:

“Si intendono per mediatori o broker gli intermediari che agiscono su incarico del cliente e che non hanno poteri di rappresentanza di imprese di assicurazione o di riassicurazione.”

La grossa differenza tra un broker e un’agente assicurativo è quindi il soggetto da cui riceve incarico, che per il broker è il cliente anzichè la compagnia: il broker ha l’obbligo di ascoltare le esigenze del cliente ed offrirgli in maniera del tutto indipendente la migliore soluzione presente sul mercato. E’ un soggetto quindi libero dai sistemi di distribuzione delle compagnie assicurative da cui il proprio lavoro non può dipendere.

Comparazione e analisi

Il broker assicurativo, in quanto indipendente dalle compagnie, riesce ad influenzarle spingendole ad essere più concorrenziali, grazie al lavoro di accurata comparazione a cui sottopone le soluzione di numerose compagnie assicurative. I vantaggi per gli assicurati sono quindi notevoli e frutto del lavoro di confronto e selezione dei prodotti che il broker svolge per sua natura professionale.

Iscrizione al RUI

Per essere broker bisogna sostenere un’esame di abilitazione presso l’Ivass a cui seguirà, una volta ottenuta l’abilitazione, l’iscrizione alla sezione B del Rui. Proprio la verifica di tale iscrizione attraverso il sito web Ivass è garanzia per gli assicurati di rivolgersi ad un professionista serio, preparato e legalmente autorizzato ad esercitare tale professione.

1 commento

  1. Pingback: Italiani residenti all'estero: Assicurare un'auto in Italia è possibile | AssiOnline

Leave A Reply