Dalla liberalizzazione Rca ad oggi: +245% premi, -40% sinistri

0
incidente rcauto

Dalla liberalizzazione di metà anni Novanta ad oggi, i sinistri sono diminuiti del 40%, mentre i premi a carico degli assicurati sono aumentati del 245% (da 391 a 1.350 euro). La prima conseguenza del caro rca e’ l’enorme numero di veicoli circolanti senza assicurazione nel nostro paese, circa 4 milioni di veicoli.

Poca concorrenza in Italia

Perchè si e’ giunti a livelli di premi così elevati nonostante il rapporto sinistri/premi abbia raggiunto livelli record in positivo ( per es. il combined ratio nel 2012 e’ stato 92, mai raggiunto prima)? La risposta e’ che il settore rc auto in Italia e’ molto poco competitivo, basti vedere che i clienti del nostro paese vengono praticamente contesi tra i primi 3 gruppi assicurativi (Unipol/Fonsai, Allianz, Generali), mentre in altre nazioni come la Francia le compagnie che si dividono la torta con una sana competizione sono una quarantina.

L’appoggio dei governi

Negli anni bisogna dire che i vari governi non hanno fatto nulla per fermare il caro rca, ma anzi hanno apportato correttivi volti a favorire gli interessi delle compagnie. L’ultimo in ordine di tempo il Governo Monti con il decreto “Cresci Italia” in cui viene sancito che i danni lievi saranno risarciti solo se suscettibili di accertamenti clinico strumentali obiettivi. Quest’abile mossa fara’ risparmiare alle compagnie ben 2,7 miliardi di euro.

Il prossimo regalo alle compagnie e’ atteso invece dal Governo Letta con l’adozione delle nuove tabelle per i macrorisarcimenti elaborate dal Ministero dello Sviluppo; lo studio delle tabelle da adottare uniformemente in tutta Italia e” stato realizzato, oltre che da componenti medici, da personaggi legati alle compagnie d’assicurazioni quali Vittorio Verdone dell’Ania e la statistica Lucia Vitali, moglie di Riccardo Ottaviani, attuario e consulente delle maggiori assicurazioni in Italia. Il risultato e’ quello di risarcimenti per macrolesioni praticamente dimezzati rispetto a quelli delle tabelle preposte dal Tribunale di Milano e fin’ora utilizzate dai giudici; l’ennesimo regalo alle compagnie che come ogni anno non si tradurra’ in un’abbassamento delle tariffe rca.

Leave A Reply