Il punto sulle Assicurazioni professionali obbligatorie

0
Business people

Dal 15 Agosto 2013 è in vigore l’obbligo di assicurazione professionale per tutti i professionisti iscritti ai principali Ordini, per cui “il professionista è tenuto a stipulare idonea assicurazione per i danni derivanti al cliente dall’esercizio dell’attività professionale“. A che punto si trovano i professionisti coinvolti nel decreto legge che sancisce l’obbligatorietà della copertura assicurativa professionale?

Settore in evoluzione

Dal 15 Agosto ad oggi circa 1 milione di professionisti iscritti ai 25 albi professionali esistenti hanno stipulato una polizza contro i rischi professionali; molti Ordini infatti sono ancora alla ricerca di convenzionati da stipulare con Compagnie assicurative disposte a offrire prodotti adeguati alle esigenze dei professionisti. Dal convegno “L’assicurazione obbligatoria dei rischi professionali: lo stato dell’arte” , organizzato da Aon S.p.a., dallo Studio Legale Ferraro Giove e Associati e da ASLA – Associazione Studi Legali Associati, sono risultate ancora molte perplessità sopratututto riguardo l’mogeneità delle polizze, poichè purtroppo le esigenze degli assicurati sono complesse e non equiparabili e non sempre le compagnie offrono prodotti per rischi poco graditi, come ad esempio per i medici (anche se per le categorie sanitarie l’obbligo di assicurazione è già stato prorogato di un anno).

Largo a nuove convenzioni

Il futuro è quello di riuscire ad offre premi competitivi per tutte le categorie professionali grazie a convenzioni di larga scala che attirino rischi omogenei. Sicuramente quello delle assicurazioni professionali è il settore più in fermento del mercato assicurativo nazionale ed internazionale, è certo quindi che nei prossimi mesi continueranno ad essere imbastite nuove convenzioni e prodotti ad hoc per le categorie di professionisti coinvolti nell’obbligo di assicurazione, quali: notai, commercialisti, consulenti del lavoro, architetti, ingegneri, geometri, psicologi, assistenti sociali, amministratori di condominio, avvocati, medici e infermieri.

Leave A Reply