Veicoli d’epoca: Convenzione Asi – Tua Assicurazioni

0
tua

Da qualche mese ormai è stata istituita una nuova convenzione tra ASI e Tua Assicurazioni, soluzione interessante che protrebbe rendere meno difficoltosa la ricerca di polizze aassicurative per i possessori di veicoli d’epoca. Il settore delle polizze rca d’epoca è da tempo in crisi, tra convenzioni introvabili e premi a volte troppo elevati per essere considerati agevolati.

Quali mezzi rientrano nella convenzione e quali sono i criteri di accesso?

La nuova convenzione ASI con Tua Assicurazioni comprende:

  • autovetture
  • autocarri (anche sopra i 35 q. con portata azzerata)
  • ciclomotori
  • motocicli
  • autobus
  • autocaravan

Tua Assicurazioni stipulerà contratti rc ai veicoli che rispetteranno i classici criteri di accesso delle polizze per veicoli d’interesse storico, ossia:

  • iscrizione ASI
  • interesse storico del mezzo
  • età minima del conducente almeno 25 anni, guidatori con età tra 18 e 15 possono essere insieriti pagando sovrappremi
  • uso non principale del mezzo: per accedere infatti alla convenzione deve essere presente nel nucleo familiare un altro veicolo intestato, che possa indicare che il veicolo ASI venga utilizzato solo limitatamente allo svolgimento di raduni, etc
  • assenza di sinistri negli ultimi 5 anni: le auto che hanno avuto dei sinistri nell’ultimo quinquennio non potranno purtroppo approfittate della convenzione ASI 
  • in caso di più veicolo storici assicurati circolazione dei veicoli uno per volta, esistono qnche qui sovrappremi per chi ne richiede la possibilità di circolazione contemporanea di due o più veicoli

Quanto costano queste polizze con Tua Assicurazioni?

I prezzi per stipulare polizze con Tua Assicurazioni sono assolutamente interessanti considerando l’attuale panorama delle polizze d’epoca. Sul sito ufficiale ASI sono indicati i seguenti premi a seconda della regione di residenza del proprietario:

  • 158 € in Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e San Marino
  • 178 € in Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata e Città del Vaticano
  • 188 € in Campania, Puglia, calabria e Sicilia

Leave A Reply