Dopo Rca Napoli Virtuosa ecco “Rca Taxi Napoli”

0
LIBERALIZZAZIONI:A NAPOLI PIAZZA PLEBISCITO 'INVASA' DA TAXI

Dopo l’ormai famosa convenzione “Rca Napoli Virtuosa“, il Comune di Napoli ha finalmente dato il via all’operazione “Rca Taxi Napoli” per tentare di risolvere il problema del caro assicurazioni che sta tartassando i tassisti napoletani. Non siamo ancora alla stipula di accordi con compagnie assicurative ma è sicuramente un buon auspicio per arrivare ud una soluzione concreta.

Bando pubblico per compagnie assicurative

Il comune di Napoli, assieme all’Assessorato alle Attività Produttive e alla Tutela dei Consumatori, ha lanciato un avviso pubblico “finalizzato alla selezione di un’impresa di assicurazione che si impegni a praticare agli operatori di autotassametro, previa sottoscrizione di un protocollo d’intesa con l’Amministrazione Comunale, condizioni tariffarie vantaggiose, con uno sconto di almeno il 30%.
I costi delle polizze rca per questa categoria di operatori professionali hanno raggiunto negli ultimi anni cifre insostenibili che rendono il lavoro dei tassisit spesso impraticabile. Rca Taxi Napoli richiede quindi l’intervento di qualche compagnia assicurativa regolarmente abilitata ad operare in Italia, potendo contare addirittura su un fondo di garanzia alimentato dagli stessi tassisti, al fine di abbattere oggettivamente i costi e quindi poter offrire premi rca competitivi.

L’offerta più conveniente sarà selezionata tra quelle che perverranno entro le ore 12 del quarantacinquesimo giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso all’Albo Pretorio del Comune di Napoli, avvenuta il 14 Maggio 2013. Il giudizio sull’offerta migliore verrà valutato in base alle offerte rc con franchigia per un conducente di 40 anni che assicura un’auto di 1.300 cc in prima classe, in classe 8 e in classe 14.

Il Comune di Napoli si dimostra ancora una volta sensibile ai problemi dei propri cittafini con un’iniziativa che si spera possa essere adottata anche da altri Comuni del meridione alle prese con i medesimi problemi dei cittadini napoletani.

 

 

Leave A Reply