L’assicurato diventa perito in Francia con Generali

0
generali france

Generali France sta per introdurre un’interessante novità riguardo le perizie dei veicoli incidentati: tramite l’applicazione per dispositivi mobili Autofocus non sarà più il perito a visionare il mezzo ma sarà l’assicurato ad inviare alla compagnia le immagini e documenti per una sorta di perizia a distanza.

Perizia telematica solo in alcuni casi

Gli assicurati di Generali France, seguendo le istruzioni fornite dall’applicazione mobile, potranno identificarsi e inviare documenti e foto dei danni al veicolo con il proprio smartphone direttamente ai periti incaricati dalla compagnia; i clienti potranno così essere successivamente contattati per la liquidazione dei danni. La nuova procedura di perizia telematica sarà però disponibile solo in alcune circostanze, ossia sinistri lievi senza danni che impediscano al veicolo di circolare e sinistri in cui non vi siano dubbi di responsabilità; sarà in ogni caso compito dell’agente assicurativo decidere per l’applicabilità o meno della perizia telematica.

Troppa paura in Italia?

L’assicurato avrà quindi la possibilità di affidarsi ad un’officina convenzionata, scegliere un proprio autoriparatore di fiducia o ricevere direttamente l’indennizzo del danno valutato dal perito. La novità è senz’altro da apprezzare e potrebbe concorrere anche da noi all’abbattimento dei costi di liquidazione dei sinistri a carico delle compagnie (perizie) e di conseguenza al possibile abbassamento delle tariffe rca. Un dubbio salta subito in mente: come mai Generali ha dato vita ad una soluzione del genere in Francia e non in Italia? Probabilmente da noi la paura delle truffe assicurative è così importante che un passo in avanti di questo tipo è ancora considerato troppo rischioso per le Imprese, ma non è detto che in futuro breve qualche altra compagnia “azzardi” la perizia telematica anche in Italia.

Leave A Reply