Conservare la classe di merito di un veicolo rubato

0
furto auto

Purtroppo può capitare che il proprio veicolo, auto o moto che sia, venga rubato e il dubbio di molti utenti riguarda il destino dell’assicurazione stipulata su di esso. Cosa succede alla classe di merito guadagnata dopo anni e anni di assicurazione? State tranquilli nulle è perduto vediamo perchè.

La classe di merito non è persa

In caso di furto del veicolo va fatta immediata comunicazione alla compagnia, dopo aver ovviamente denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine. Con la denuncia di furto in mano è quindi possibile ottenere la chiusura dell’assicurazione in corso sul veicolo sottratto (ed eventualmente procedere alla pratica di risarcimento in caso di veicolo assicurato contro il furto), ma cosa ne sarà della classe di merito guadagnata sul mezzo ormai rubato? Niente da temere, l’ultimo attestato di rischio maturato sul mezzo rubato è comunque valido 5 anni ed è possibile riprendere il percorso assicurativo su un nuovo mezzo acquistato, nuovo usato che sia, appartenente ovviamente alla stessa categoria (auto con auto, moto con moto, etc.).

Cosa serve per assicurarsi nuovamente?

Per assicurare un nuovo veicolo continuando dall’ultima classe di merito maturata dal veicolo rubato è necessario fornire alla compagnia l’ultimo attestato di rischio maturato e la denuncia di furto del veicolo, oltre ai classici documenti relativi al nuovo mezzo e al proprietario. La situazione in questione è considerata dalle compagnie alla pari del caso di utilizzo di un’attestato relativo ad un mezzo venduto o demolito appartenente allo stesso proprietario; il furto è quindi per legge considerato tra i casi in cui è possibile conservare la classe di merito maturata, a patto che l’attestato fornito non si scaduto da più di 5 anni.

 

Leave A Reply