Le frodi assicurative sono sempre più complesse e organizzate

0

Leggendo i quotidiani e ascoltando i TG in televisione sono sempre più frequenti le scoperte di truffe ai danni delle compagnie assicurative; i maggiori controlli da parte delle autorità riescono spesso a smascherare intere organizzazioni criminali, con conseguenti denunce e arresti per truffe assicurative, quasi all’ordine del giorno.

Troppi professionisti corrotti

Truffare le assicurazioni per trarne risarcimenti ingiusti è sicuramente un reato penale e sono proprio queste organizzazioni che incidono pesantemente sui bilanci delle compagnie; le organizzazioni criminali ormai da anni hanno fiutato il “business” dei falsi sinistri o dei sinistri gonfiati e spesso sono riuscite a costruire fitte reti di rapporti e collaborazioni tra professionisti, assicurati e figure interne alle compagnie, tutti attori fondamentali per la buona riuscita delle truffe.
Fattore principale delle organizzazioni criminali dedite alle truffe assicurative è la corruzione degli addetti ai lavori: dall’avvocato al perito, dal liquidatore al carrozziere; ogni figura dell’organizzazione viene spesso corrotta con interessanti incentivi economici che facilitano il proliferare di queste organizzazioni. Non è un caso che tra i numerosi arresti riguardanti truffe assicurative ci siano spesso personaggi importanti come appunto avvocati, ma anche medici che rilasciano false certificazioni contro ogni regola etica e professionale.
Per fortuna le autorità hanno intensificato le attività di indagine sulle tentate e spesso riuscite truffe ai danni delle Imprese assicurative; se si riuscirà realmente a limitarle le compagnie non avranno più alibi che giustifichino le elevate tariffe in ambito rca applicate in Italia, specialmente al Sud.

Leave A Reply