Conducente abituale: sospesa la norma sull’aggiornamento del libretto

0

Il Ministero dei Trasporti ha fatto slittare l’obbligo di aggiornamento dei libretti di circolazione auto con l’indicazione del conducente abituale del mezzo previsto dal D.p.r. 198/2012 dello scorso 22 novembre. Il tanto temuto  aggiornamento del libretto è quindi per il momento sospeso fino a nuove comunicazioni del Ministero stesso.

Conducente abituale indicato a libretto

Avevamo parlato qualche tempo fa di questa nuova norma che prevede l’indicazione sul libretto della persona, diversa dal proprietario, che utilizza il mezzo per periodi continuativi superiori a 30 giorni; erano esentati dall’indicazione del nominativo i familiari conviventi. Dal punto di vista assicurativo la nuova norma, su cui si hanno ancora dei dubbi che entrerà mai in vigore realmente, favorirà le compagnie che potrebbero tarare i loro premi sui dati oggettivi del reale conducente del mezzo evitando quindi abusi quali l’intestazione di mezzi a persone residenti in zone d’Italia con tariffe più agevolate rispetto ad altre.

Impossibile aggiornare i libretti

La norma, che prevede sanzioni da 500 a 2.000 euro, è stata sospesa poichè entrata in vigore senza la pubblicazione di una circolare attuativa e addirittura senza la determinazione di alcune procedure informatiche necessarie per applicare la nuova disciplina. Sarebbe quindi impossibileprocedere all’aggiornamento dei libretti di circolazione; non c’è stata inoltre alcuna specifica riguardo i comportamenti che le compagnie avrebbero potuto adottare nello stipulare contratti rca su veicoli con libretto aggiornato per cui si tratta di una norma entrata in vigore ma senza alcuna speranza di essere applicata con serietà.
Per gli assicurati questa è sicuramente un buona notizia, poichè questa nuova norma avrebbe potuto creare ulteriore confusione in un settore ancora in fermento per le nuove norme introdotte dal Decreto Sviluppoche a breve gli assicurati testeranno sulle loro polizze a partire dal 1° Gennaio 2013.

Leave A Reply