L’obbligo di esposizione del contrassegno assicurativo Rca

0
contrassegno

Il contrassegno assicurativo è il tagliando che viene consegnato dalla compagnia assicurativa al momento della stipula della polizza assicurativa ed ad ogni rinnovo di rata intermedia, e serve per attestare la regolare copertura assicurativa del veicolo in circolazione.

Chiunque possiede un’auto ha l’obbligo di esporre il contrassegno assicurativo in un punto che sia ben visibile dall’esterno del veicolo; anche la posizione del contrassegno assicurativo infatti è regolamentata dal Codice della Strada all’Articolo 181, il quale prevede:

Art. 181. Esposizione dei contrassegni per la circolazione.

1. È fatto obbligo di esporre sugli autoveicoli e motoveicoli, esclusi i motocicli, nella parte anteriore o sul vetro parabrezza, il contrassegno [attestante il pagamento della tassa automobilistica e quello (1)]relativo all’assicurazione obbligatoria.

2. I conducenti di motocicli e ciclomotori sono esonerati dall’obbligo di cui al comma 1 purché abbiano con sé i contrassegni stessi. (1)

3. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 25 a euro 99. Si applica la disposizione del comma 8 dell’art. 180.

Niente esposizione per ciclomotori e motocicli

Ovviamente come chiaramente indicato dall’Art 181 del C.d.S. sono esentati dall’espozione i conducenti di motocicli e ciclomotori che per ovvi motivi non possono lasciare il contrassegno visibile poichè a rischio furto o deterioramento climatico. Ciò non toglie in tutti i casi che in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine tutti i conducenti devono poterlo mostrare assieme agli altri documenti richiesti; il consiglio è quello di tenerlo in un vano portaoggetti o nel sottosella, oppure ancora meglio portarlo sempre con sè per evitare possibili furti o smarrimenti.

Sanzione per mancata esposizione dopo il 15° giorno

Le recenti novità in ambito assicurativo introdotte dall’art. 22 D.lgs 179 del 18/10/2012 convertito in Legge n. 221 del 17/12/2012 hanno modificato il Codice delle Assicurazioni private con l’ormai famosa eliminazione del tacito rinnovo dalle paolizze rca. Proprio questa novità ha imposto a tutte compagnie di tenere operativa la copertura assicurativa fino al 15° giorno successivo alla data di scadenza annuale del contratto; nè è scaturita quindi una circolare del Ministero dell’Interno, la n° 300/A/1319/13/101/20/21/7, che ha stabilito che non è sanzionabile ai sensi degli artt. 180 e 181 del Codice della strada chi circola  con la documentazione di polizza scaduta o esponendo il vecchio contrassegno, purché questo avvenga nei 15 giorni successivi alla scadenza.

Leave A Reply