Aumenti Rca a Napoli: altra stangata in arrivo per il 2012

0

Nuovi aumenti per il 2012 per i napoletani: questa volta ad aumentare saranno ancora le assicurazioni rc auto e le tasse di registro. Si stimano aumenti di 30-40 euro per mille euro di polizza rc e di 20-30 euro per i passaggi di proprietà; il ricavato previsto di 43 milioni di euro servirà per colmare il buco nel bilancio provocato dallo storno delle accise sull’energia elettrica a favore delle casse dello Stato deciso dal governo a fine 2011.

Attualmente dai napoletani la Provincia ricava 38 milioni di euro dalle imposte provinciali sulle assicurazioni rca e 5 milioni dalle imposte di registro; coprire il buco di 55 milioni di euro creato dalle nuove norme del Governo Monti non è proprio possibile se non aumentando l’imposta sulle assicurazioni che è sicuramente un’entrata certa rispetto alle tasse sui passaggi di proprietà così poco prevedibili.

Associazioni dei consumatori sul piede di guerra

Protestano ovviamente le associazioni dei consumatori contro i probabili rincari per i cittadini napoletani; il Presidente del Codacons nonchè responsabile della sede di Napoli dell’associazione, l’avvocato Giuseppe Ursini, come prima cosa si lancia contro il decreto legge che causerebbe questi rincari: “Il provvedimento che cambia la destinazione dell’accisa sull’energia è illegittima, quindi secondo me la Provincia dovrebbe subito impugnare la legge davanti alla corte competente”. L’avv. Ursini fa notare inoltre l’assurdità dei rincari sull’Rc auto proprio nei confronti di coloro che già pagano le polizze rca più care d’Italia e d’Europa e punta a sfatare il mito della sinistrosità in Campania perchè è vero che in Campania ci sono più sinistri che in altre regioni, ma gli importi liquidati sono più alti in altre regioni che in Campania, dove le compagnie spendono meno che da altre parti.

Leave A Reply