Ecco il Decreto semplificazioni, preoccupazioni per l’Rca?

0

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Semplificazioni, che dopo quello sulle liberalizzazioni si pone l’obbiettivo di innovare e rendere meno pesante la burocrazia nel nostro Paese: molte le novità, dagli sgravi burocratici, alle velocizzazioni, all’abolizione delle norme inutili, alle nuove regolamentazioni per alcuni settori.

Ecco le novità del Decreto semplificazioni

  1. Residenza e anagrafe: sarà possibile cambiare residenza il giorno stesso in cui se ne fa richiesta alla Pubblica Amministrazione, mentre le procedure anagrafiche e di stato civile avverranno solo per via telematica rendendole più veloci.
  2. Concorsi pubblici: la richiesta d’iscrizione ai concorsi pubblici avverrà solo per via telematica.
  3. Impianti elettrici: sarà necessaria solo una dichiarazione per attestare la conformità degl impianti elettrici.
  4. Social Card: introduzione della Social Crd per le fscie deboli nei comuni con più di 250.000 abitanti
  5. Donne in gravidanza: semplificazione dell’iter per la richiesta di astensione dal lavoro.
  6. Disabili: per tutte le richieste di agevolazioni basterà presentare il verbale di accertamento dell’invalidità.
  7. Imprese e ambiente:un’unica autorizzazione in materia ambientale per le piccole e medie imprese.
  8. Nuove attività: meno controlli nell fase d’inizio di una nuova impresa.
  9. Panifici: libertà di orario per tutte le imprese di panificazione che non avranno più divieti nei giorni festivi.
  10. Università: eliminazione del libretto cartaceo a partire dall’anno 2013-2014, i voti saranno registrati per via telematica.
  11. Statali: i ritardi della nelle operazioni della Pubblica Amministrazione incideranno nella valutazione del manager che dirige quell’ufficio.

Cosa ne pensano le Compagnie assicurative?

Le Compagnie assicurative e chi lavora nel settore sono leggermente preoccupati perchè si teme che troppa semplificazione finisca per agevolare i truffatori. Nel caso delle assicurazioni soprattutto Rca si temono ondate di cambi di residenza verso città più favorevoli per usufuire di tariffe migliori; ci si augura quindi che i sistemi di controllo e verifica evitino situazioni del genere, poichè va bene migliorare i rapporti che i cittadini hanno giornalmente con la burocrazia ma non di creare nuove possibilità per truffare le compagnie

Leave A Reply