Obbligo dei tre preventivi rca, prime disposizioni delle compagnie

0

Il Decreto Legge sulle liberalizzazioni è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 24 gennaio 2012 e tra le tante norme prevede l’obbligo di confronto rca per tutti gli intermediari assicurativi.
Il Decreto è entrato così  in un iter parlamentare per la conversione in Legge in 60 giorni; in questo periodo potrebbe essere emendato, come pure interpretato da regolamenti attuativi o circolari esplicative emanati dagli organi competenti, in questo caso Ministero dello Sviluppo e ISVAP per quello che riguarda appunto l’art. 34 sull’obbligo di confronto sulle tariffe RCA. Solo al termine di questa fase ci sarà il testo definitivo e le modalità di applicazione.

Cosa dicono le Compagnie

Le Compagnie in quasti ultimi giorni non sono state con le mani in mano e stanno già disponendo procedure idonee a garantire il rispetto del decreto per non arrivare impreparate al giorno in cui esso diventerà Legge.
Da qualche giorno infatti gli intermediari hanno iniziato a ricevere le prime istruzioni con le regole che dovranno seguire secondo le indicazioni della bozza sulle liberalizzazioni:

  • utilizzo del Tuopreventivatore Isvap in attesa di procedure emanate dalle compagnie
  • informare il cliente sulla tariffa e condizioni contrattuali di altre 2 compagnie oltre la propria
  • i prodotti confrontati devono avere caratteristiche omogenee con il proprio prodotto offerto
  • le imprese confrontate non devono appartenere allo stesso gruppo assicurativo
  • l’obbligo di confronto deve essere assolto prima della sottoscrizione
  • l’obbligo di confronto esiste anche in caso di polizze senza tacito rinnovo, quindi da riemettere
  • in attesa di chiarimenti da parte dell’Isvap non esiste l’obbligo di confronto per le sostituzioni di polizza
  • utilizzare una dichiarazione scritta da far firmare al cliente che attesti di essere stato informato

Queste sone le linee guida che stanno adottando le compagnie per adeguarsi in anticipo al decreto che tra meno di 60 giorni diventerà Legge.

Il caso “Tuopreventivatore Isvap”

Anche l’utilizzo del Tuopreventivatore sta creando parecchie polemiche tra gli intermediari e gli assicurati. Il ragionamento che sta alla base dell’obbligo di confronto rca è lo stesso che stava alla base della nascita del preventivatore Rca Isvap, ossia favorire il confronto tra più offerte rca, con la differenza che il Tuopreventivatore dovrebbe mostrare le tariffe di tutte le compagnie che operano in Italia, l’obbligo di confronto invece prevede la comparazione con altri 2 preventivi a libera scelta dell’intermediario. Sul Tuopreventivatore però abbiamo detto “dovrebbe”, perchè a scatenare l’ira degli intermediari è il fatto che in molto casi, stranamente con preventivi di assicurati del Sud, il preventivatore Isvap rilascia preventivi di sole 3-4 compagnie, con grande scorrettezza verso gli utenti e grossi disagi per gli intermediari che dovranno effettuare i preventivi nei siti delle compagnie, sito per sito.
Sarà che con l’obbligo di confronto il progetto del Tuopreventivatore sta per essere abbandonato? Mistero. Fateci sapere la vostra opinione.

Leave A Reply