Liberalizzazione delle assicurazioni:maggiori costi per le compagnie e addio sconti

0

In cosa si tradurrà il decreto sulla liberalizzazione dell’rca per le compagnie e gli assicurati? Gli effetti dei provvedimenti appena presentati dal Governo Monti rischiano di essere contrari all’obbiettivo prefissato, almeno sulla carta, della diminuzione dei premi rca a carico degli assicurati.
La scatola nera a carico delle compagnie, la nuovo procedura da sostenere per il famoso foglio di comparazione rca, i sinistri per i danni fisici da gestire da parte della controparte, saranno un’ulteriore carico di lavoro e di costi per le compagnie, e quando i costi per le compagnie aumentano solitamente ne fanno le spese gli assicurati che vedono lietivare i premi rca e il primo effetto che vedremo sarà sicuramente l’addio agli sconti che fino ad oggi concedevano le compagnie e agenzie.
Ma siamo sicuri che la soluzione alla crisi assicurativa sia questa? I provvedimenti di per sè sono ottime soluzioni per combattere le frodi assicurative che tanto incidono sugli aumenti tariffari, ma spesso proprio i dati sulle frodi vengono usati dalle compagnie come giustificazione all’aumento.
Non c’è soluzione veramente efficace per ridurre i costi a carico degli assicurati se non partendo dalla tanto sospirata riforma del Bonus/malus; si possono combattere le frodi, penalizzare i cattivi guidatori, scovare le assicurazioni fasulle ma non si può prescindere dal riformare un sistema che non premia più i guidatori virtuosi che in tutta la loro storia assicurativa non hanno mai causato un’incidente e vedono il premio rca aumentare di anno in anno. Speriamo che il 2012 sia l’anno buono, la volontà di cambiare c’è, bisogna solo avere il coraggio di innovare.

Leave A Reply