Passaggio di proprietà auto e moto, come risparmiare?

0
cdp

Gli elevati costi d’acquisto di un’auto nuova spingono molti cittadini ad acquistare automobili usate; l’ostacolo più grosso è spesso il costo del passaggio di proprietà, soprattutto se fatto tramite le agenzie di pratiche auto.


E’ possibile però risparmiare sul costo del passaggio di proprietà, svolgendo in prima persona tutti i passaggi che l’agenzia di pratiche auto svolgerebbe per voi dietro compenso.

Quali documenti servono?

Per iniziare servono i seguenti documenti per effettuare un passaggio di proprietà:

  • Certificato di Proprietà (CdP)
  • Carta di circolazione originale e una fotocopia della stessa
  • Documento di identità e il codice fiscale dell’acquirente (due copie per entrambi)
  • Documento di identità del venditore
  • Modulo TT2119, utile per la richiesta di aggiornamento della carta di circolazione e reperibile gratuitamente presso gli sportelli telematici dell’automobilista (STA) presenti su tutto il territorio nazionale.

La presenza del certificato di proprietà è fondamentale, in questo modo si può procedere con l’atto di vendita che può essere costituito da una dichiarazione unilaterale di vendita, essa deve essere necessariamente completa di firma autenticata del venditore, ed occorre una marca da bollo da 14,62 euro e un documento di identità. In assenza del certificato di proprietà, bisogna rivolgersi prettamente all’ACI per la registrazione ed alla Motorizzazione per l’aggiornamento della Carta di circolazione.

Con tutti i documenti al completo è possibile muoversi in due modi:

  1. il venditore andrà in comune a fare l’autentica di firma degli atti di vendita, successivamente l’acquirente potrà presentare al PRA l’atto e fare il passaggio di proprietà.
  2. sia acquirente che venditore andranno insieme al PRA per fare contemporaneamente autentica e passaggio di proprietà.

Si risparmiano oltre 100 euro di agenzia

Per fare un esempio il costo per un passaggio di proprietà per un’autovettura di 30 kw è di circa 250 euro, così composto:

  • Emolumento ACI pari a 20,92 euro
  • Imposta di bollo per la registrazione al PRA (29,24 euro se si usa il CdP oppure 43,86 euro se si utilizza un modello)
  • Diritti MCTC (Motorizzazione Civile) 9,00 euro
  • Marca da bollo di 16 Euro
  • 80 Euro per i costi fissi più l’Imposta Provinciale di Trascrizione (Ipt), che si basa sui Kw/cavalli fiscali del veicolo e varia in base alla provincia di residenza del nuovo proprietario.

Tenete conto che rivolgendosi ad un’agenzia di pratiche auto mediamente si spende un centinaio di euro in più, cifra che si può tranquillamente risparmiare con una piccola dose di tempo e pazienza da dedicare alle varie operazioni.

Leave A Reply