Premi assicurazione rc scooter fuori controllo, non solo al Sud

0

Negli ultimi mesi le assicurazioni per gli scooter hanno subito rincari notevoli purtroppo non solo al Sud. Questa volta bisogna dire che a giudicare dagli aumenti visti, essi non sono solo riconducibili ad una presunta maggiore sinistrosità della categoria, ma ad un tentativo di abbandono del settore da parte di alcune compagnie.

Un’esempio che fa riflettere

A conferma della nostra tesi vogliamo portare a vostra conoscenza un’esempio di preventivo effettuato con due compagnie, Allianz Lloyd Adriatico e Itas. Il profilo preso in esame è quello di un ragazzo di 25 anni residente in provincia di Genova (quindi zona assolutamente tranquilla rispetto allo sgradito Meridione..) che assicura uno scooter Aprilia Scarabeo 200 di 3 anni di vita; il ragazzo presenta un’attestato in classe 12 completo dall 2006 ad oggi, con un solo sinistro con reponsabilità principale causato nel 2009.
Il preventivo effettuato prende in esame la sola Responsabilità civile con massimale minimo di Legge attuale a 2.500.000 euro, rinuncia alla rivalsa e guida libera ed ecco la sorpresa: Itas proprone un convenientissimo 437 euro l’anno, mentre Allianz LLoyd Adriatico 1.889 euro annui. Tenendo conto che Allianz Lloyd è una delle migliori compagnie attualmente in circolazione per premi e servizi, l’unica cosa che ci viene da pensare è che gli scooters non siano più graditi ad Allianz, o per lo meno quelli con sinistri nell’attestato. Eliminando infatti il sinistro dall’attestato di rischio infatti il premio si dimezza a 931 euro, mentre sostituendo il proprietario con un ragazzo di 10 anni più grande il premio con 1 sinistro non cambia di un centesimo rispetto a 1889 euro.
Che il premio venga raddoppiato per un solo sinistro avvenuto 3 anni fa sinceramente ci sembra eccessivo, soprattutto perchè a questo punto converrebbe pagarli di tasca propria gli eventuali sinistri facendo venir meno la funzione di tutela dell’assicurazione rca. La nostra speranza è che l’Isvap imponga un limite massimo di premio per alcune categorie di veicoli, è inammissibile infatti una divario di 1400 euro circa tra 2 compagnie per lo stesso rischio; e come Allianz avremmo potuto prendere altre compagnie come esempio che ci saremmo trovati nella stessa situazione. Quindi i rincari non sono solo geografici ma anche dettati da assurde politiche aziendali decise dalle compagnie che non guardano in faccia nessuno.

Leave A Reply