Lotta all’evasione fiscale: controlli a partire dalle assicurazioni

0

La lotta all‘evasione fiscale partirà anche dal controllo delle polizze rc auto: è questo quelle che avverrà in questo inizio 2012 da parte dell’Agenzia delle Entrate che effettuerà controlli incrociati sui proprietari dei veicoli e il loro tenore di vita dichiarato e risultante, partendo appunto dal controllo dell’assicurazione rca tramite i database istituzionali.

Come funzioneranno i controlli incrociati?

I controlli incrociati delle autorità andranno semplicemente a verificare che il proprietario del mezzo assicurato abbia un tenore di vita congruo al valore del mezzo di cui risulta proprietario; questo viene fatto per scovare eventuali nullatenenti con auto di lusso intestate o pensionati con grossi Suv di proprietà, tutte situazioni che normalmente nascondono evasione fiscale da parte dell’interessato o di altri. E’ frequente infatti in Italia utilizzare terzi conoscenti a cui intestare mezzi per sfuggire ad eventuali controlli del Fisco; con questi nuovi controlli incrociati partendo dall’assicurazione, il Fisco potrà effettuare il percorso inverso, scovando prima il mezzo intestato ad altra persona per poi risalire all’evasore.

Ma quale violazione della privacy

In molti hanno espresso dubbi e proteste contro questa presunta violazione della privacy, ma siamo certi che chi ha la coscienza apposto non avrà nulla da obiettare. Se il mezzo assicurato rientrerà nella fascia di tenore di vita considerata congrua dal sistema di controllo automatico del Fisco non verrà neanche segnalata e i dati personali non verranno assolutamente utilizzati per nessun controllo, in caso contrario ovviamente è giusto che il Fisco  faccia perlomeno i propri approfondimenti.
La lotta all’evasione è uno dei punti principali del nuovo Governo Monti e il 2012 sarà sicuramente un banco di prova per tutti, del resto se paghiamo troppe tasse è sicuramente colpa dei furbetti ed è giusto che inizino a pagare come fanno gli onesti.

Leave A Reply