L’utilizzo dei contanti per il pagamento di polizze assicurative dal 2012

0

La riforma economica varata dal Governo Monti ha abbassato la soglia di traccibilità per i pagamenti in contanti a 1.000 euro contro i vecchi 2.500 euro; eravamo quindi in attesa dei chiarimenti riguardo il pagamento delle assicurazioni e l’A.N.I.A. ne ha prontamente fornito le indicazioni.

  • Diciamo subito che l’unico cambiamento avviene per il ramo rc auto poichè per il ramo vita e danni le regole rimangono le stesse in vigore da tempo:
  • polizze vita: divieto assoluto di incassare premi o rate di premi in contanti
  • polizze danni: limite d’incasso in contanti di 750 euro annui per ciscun contratto
  • polizze rc auto: limite di 1.000 euro per pagamento in contanti riferito al singolo rapporto assicurativo

Precisazioni in ambito R.c.auto

Nel  caso di pagamento contemporaneo di più premi rca, ognuno relativo ad un contratto distinto, può essere corrisposta una somma in contanti complessiva pari o superiore ai 1.000 euro, purché per ognuno di tali contratti il premio in pagamento non sia pari o superiore a detta cifra;
nel caso di pagamenti di premi assicurativi r.c. auto contrattualizzati in forma rateizzata, la soglia di 1.000 euro per l’utilizzo del contante rileva solo con riferimento a ciascuna rata, senza considerare l’importo dell’intero premio.
Le compagnie inoltre sono  libere di adottare al loro interno criteri più restrittivi, dando ulteriore risalto alle finalità della normativa antiriciclaggio: è questa l’importante novità, al di là dell’inserimento del limite di pagamento nel ramo rc auto. Le compagnie infatti potranno individuare liberamente soglie di tracciabilità più basse dei 1000 euro di legge per cui bisognerà verificare compagnia per compagnia il limite adottato.

Leave A Reply