Unipol o Cattolica nel futuro di Fondiaria Sai?

0

La compagnia Fondiaria Sai sta pensando ad una fusione commerciale con un’altra compagnia per risollevare le gravi perdite economiche che ammontano a 925 milioni di euro. L’’operazione di salvataggio della compagnia  porterebbe a una forte diluizione la famiglia Ligresti, attualmente primo azionista; le voci che circolano parlano di contatti già avviati con Unipol e Cattolica Assicurazioni.

Le pretendenti alla fusione

Si dice che Fondiaria Sai abbia già informato l’Isvap e le autorità competenti delle proprie intenzioni per garantirne la fattibilità, che dovrebbe consistere in una prima integrazione tra FonSai e la controllata Milano Assicurazioni (con una capitalizzazione di circa 640 milioni di euro) e successivamente l’aggregazione con altra compagnia assicurativa.
L’ipotesi fusione con Unipol avverrebbe praticamente alla pari, essendo Unipol valutata a Piazza Affari circa 540 milioni di euro, e porterebbe alla dismissione di Unipol Banca; questa ipotesi però mette in luce il possibile sbilanciamento del nuovo gruppo sul ramo danni, bisogna quindi valutare con attenzione questa operazione.
SItuazione diversa invece se il nuovo partner commerciale fosse Cattolica Assicurazioni, molto forte nel ramo vita; Cattolica è però valutata molto di più di FonSai, circa 780 milioni di euro ma ha dalla sua la presenza come amministratore delegato di Giovanni Battista Mazzucchelli, ex vice direttore generale di FonSai.

Quando avverrà il piano d’aggregazione?

Il piano di aggregazione con il nuovo partner commerciale, se ne verrà sancita la fattibilità, avverrà entro fine gennaio e probabilmente verrà presentata nel Cda del 27 Gennaio. Altre operazioni che verranno attuate per far cassa saranno la dismissione di Siat, del polo Liguria-Sasa e della compagnia serba Ddor.
La cosa certa è che le voci in circolazione su possibili fusioni hanno rilanciato il titolo FonSai alla borsa di Milano, segnale che l’operazione è assolutamente necessaria e ben vista per salvare la società assicurativa tra le più importanti in Italia.
Ovviamente grande preoccupazione la stanno avendo gli agenti assicurativi del gruppo Fondiaria Sai, a cui speriamo di dare notizie immediate e precise nelle prossime settimane.

Leave A Reply