L’utilizzo dei contanti con il decreto salva Italia

0

Il Decreto Legge n. 201 del 6 Dicembre 2011 ha abbassato il limite di tracciabilita delle operazioni di di trasferimento di denaro tra soggetti diversi, senza l’ausilio di banche e Poste. Il nuovo limite e’ di 1.000 euro per singola operazione, contro i vecchi 2.500 euro.

Come si potranno effettuare i pagamenti?

Se l’operazione che si deve effettuare comporta un’esborso inferiore a 1.000 euro si potranno utilizzatre tranquillamente i contanti, ma se l’importo della singola operazione fosse pari o superiore ai 1.000 € si dovranno utilizzare i seguenti metodi di pagamento:

  • assegno bancario o postale con cluasola di non traferibilità
  • bonifico bancario
  • carta di credito
  • bancomat
  • carta prepagata
  • tutti i pagamenti elettronici che non prevedono l’uso di contante

Attenzione, l’importo di 1.000 euro è riferito alla singola operazione unitaria, quindi non pensate di suddividere artificiosamente un unico importo maggiore in più pagamenti in contanti, le conseguenze sono molto “costose”.

Cosa succede se non si rispetta il limite di tracciabilità?

In caso di non rispetto del limite di tracciabilità si può incorrere nell’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria, già prevista dal D.L. 78 del 13 Maggio 2010, di euro 3.000, quindi una multa cospicua da tenere in considerazione prima di tentare di aggirare il limite.
Alcune precisazioni sono inoltre necessarie per quello che riguarda i libretti bancari e postali al portatore: la riduzione del limite d’utilizzo dei contanti vale anche per essi, la cui estinzione o riduzione al di sotto del nuovo limite deve essere effettuata entro il 31 Dicembre 2011.

Per i pagamenti delle assicurazioni cambia qualcosa?

Attualmente per le assicurazioni esistono dei limiti ed esclusioni di pagamento in contanti già in vigore da anni: per l’incasso delle polizze vita ad esempio è divieto assoluto l’utilizzo dei contanti per qualsiasi importo, mentre le le polizze danni il limite è di euro 500; l’Rca è invece libera da ogni limite è si può attualmente incassare in contanti per qualsiasi importo. Molti intermediari ora si chiedono se il limite di € 1.000 varrà anche per le polizze rca, ma per questo siamo in attesa di uno specifico chiarimento da parte dell’Isvap in arrivo a breve.

Leave A Reply