Dal 2012 regime dei contribuenti minimi al 5%

0

Il 2012 sarà esecutivo il nuovo regime dei contribuenti minimi, sia come requisiti che come contributi. Il nuovo Regime superminimi del 2012 prevederà un’imposta sostitutiva del 5% riservata a coloro che intraprenderanno una nuova attività, quindi giovani e disoccupati prevalentemente.

Chi potrà accedere al nuovo regime dei contribuenti minimi?

La nuova imposta sostitutiva sui redditi del 5% varrà per i primi 5 anni d’attività per coloro che risponderanno dei seguenti requisiti:

  • non aver esercitato altre forme d’impresa nei 3 anni precedenti l’inizio della nuova attività;
  • la nuova attività non deve essere una prosecuzione della precedente attività svolta come autonomo o dipendente.

Chi usufruirà del nuovo regime dei minimo al 5% lo potrà fare quindi per 5 anni ma una interessantissima deroga ne permetta la prosecuzione fino ai 35 anni d’età del contribuente a  patto che i ricavi non superino i 30.000 euro annui.

Il nuovo regime favorirà le nuove attività?

Sicuramente è questo il modo giusto per spingere i giovani ad aprire nuove attività per produrre beni e servizi che in questo momento rappresentano la linfa vitale per l’Italia per tentare di uscire dalla crisi. Ad oggi il regime dei contribuenti minimi godeva di un’imposta sostitutiva del 20%, quindi possiamo subito intuire quanto interessante possa essere per coloro che vorrebbero aprire un’attività o iniziare una professione partire con un’aliquota del 5% invece che del 20%.
Il mondo delle assicurazioni è comunque molto interessato a questa novità poichè nel regime dei contrinuenti minimi rientrano tantissimi neo produttori assicurativi che iniziano la loro carriera assicurativa nelle compagnie, e porterlo fare usufruendo di un regime d’imposta così vantaggioso rende sicuramente questa professione più interessante e accessibile.

Leave A Reply