Da Gennaio 2012 controlli sui conti corrente e depositi

0

Da Gennaio 2012 tutti gli operatori finanziari saranno obbligati a comunicare periodicamente all’agenzia delle entrate tutti i movimenti dei rapporti intrattenuti con i clienti, quindi conti corrente e depositi saranno consultabili dalle autorità in qualsiasi momento.
Fino ad oggi il Fisco poteva comunque eseguire controlli movimenti sui conti dei cittadini ma normalmente ciò avveniva solo a seguito della decisione di accertamento formale di un determinato contribuente sospettato di evasione. Il Fisco avrà quindi accesso ad un mare d’informazioni sui soldi dei contribuenti e sui singoli movimenti, che in ogni caso non dovrebbe mettere in appresione i cittadini onesti (anche se con la pressione fiscale che vige in Italia definire disonesti coloro che evadono è  eccessivo, ma questa è un’opinione personale).
Questo correttivo è previsto dall’art. 11 della Manovra in vigore dal 1° Gennaio 2012 ed ha come scopo principale la lotta all’evasione fiscale; con questo sistema i dati forniti dagli operatori finanziari serviranno per individuare i contribuenti sospetti e attivare l’indagine finanziaria a cui provvederanno la Guardia di Finanza o le direzioni regionali. Sarà quindi possibile conoscere le dichiarazioni dei redditi di chiunque ma anche le singole spese che ovviamente devono essere congrue al tenore economico dichiarato o risultante.
Prepariamoci ai numerosi controlli a tappeto che le autorità effettueranno col nuovo anno e anche se in buona fede occorre fare molta attenzione a rispettare le Leggi che come sappiamo non ammettono ignoranza.

Leave A Reply