Assicurazione per la perdita d’impiego

0

Si sente spesso parlare di nuove forme assicurative a copertura del rischio di perdita d’impiego associate soprattutto alla stipula di un mutuo. Ma di cosa si tratta e come funzionano?
Queste polizze servono per tutelare l’istituto erogante il mutuo o finanziamento nel caso in cui il cliente perdesse il posto di lavoro e quindi avesse difficoltà a rimborsare le rate del mutuo; in questo caso la polizza serve appunto per rimborsare le rate al posto del cliente in difficoltà. Le banche quindi tendono a proporre questo tipo di copertura all’interno del mutuo quando ne esistano le condizioni per la stipula poichè non tutti gli utenti possono accedervi.
Condizione fondamentale richiesta da tutte le compagnie che rilasciano queste assicurazioni contro la perdita d’impiego è possedere un contratto di lavoro a tempo indeterminato; in caso di perdita del lavoro si potrà far denuncia alla compagnia che rilascia la copertura che interverrà con il rimborso delle rate. Un’esclusione comune a tutte queste polizze è il licenziamento per giusta causa che non rientra nelle casistiche coperte dalla polizza.
Esiste comunque un tempo massimo per il quale la compagnia paga le rate di mutuo per il cliente,  che nella maggior parte dei casi è di 12 mesi, un tempo assolutamente ragionevole considerato necessario per trovare un nuovo impiego. Il consiglio è sicuramente di valutare la sottoscrizione di questo tipo di copertura che sicuramente la banca vi proporrà poichè è un’ulteriore garanzia di rimborso del mutuo e faciliterà l’erogazione dell’importo richiesto.

Leave A Reply