Tabella Unica nazionale per il calcolo del danno biologico già bloccata

0

Il 26 ottobre 2011 alla Camera dei Deputati si è discusso del risarcimento delle macrolesioni a seguito di sinistri stradali; oggetto dell’ordine del giorno la Tabella Unica nazionale per il calcolo del danno biologico.
Si è quindi votato per le due mozioni contrarie che vedevano da una parte la richiesta di ritiro da parte del Governo del decreto che applica le tabelle del Tribunale di Milano a tutto il territorio nazionale, dall’altra la mozione presentata da alcune deputati tra cui Valducci, Desiderati, Pionati, Biasotti, Bernardo, Simeoni, Garofalo, Bergamini, Cesaro e Colucci che richiedevano al Governo di lasciare inalterato il decreto e aspettare l’applicazione in fase stragiudiziale e giudiziale per valutarne i limiti e la portata stessa.
Quest’ultima mozione è in pratica quella richiesta dall’Ania per limitare i costi dei sinistri e permetter i nfuturo l’abbassamento dei premi assicurativi; la mozione è stata però respinta a favore della rielaborazione delle tabelle nazionali basate su quelle elaborate dal Tribunale di Milano

E’ la fine della Tabella tagliarisarcimenti?

L’unica cosa che possiamo fare è aspettare per vedere quale decisione verrà presa in maniera definitiva; nel frattempo l’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada ritiene di aver vinto la prima battaglia per riconoscere l’applicazione delle Tabelle elaborate dal Tribunale di Milano, staremo a vedere come andrà a finire.

Leave A Reply