Guida al Bollino Blu

0

Nei comuni a forte rischio inquinamento, l’amministrazione comunale può limitare la circolazione ai soli veicoli le cui emissioni rientrano in certi limiti inquinanti massimi previsti decreto del Ministero dei Trasporti e della Navigazione del 05/02/1996 di attuazione della direttiva europea 92/55. I veicoli a cui è permessa la circolazione, per essere facilmente identificabili, devono avere il famoso Bollino Blu che certifica il superamento del controllo sulle emissioni di gas inquinanti ed è composto da:

  • un adesivo da attaccare sul veicolo in maniera visibile e che riporta la data del controllo
  • il certificato che riporta i livelli di emissione verificati che deve essere conservato sul veicolo in caso di controllo

Chi deve avere il Bollino Blu?

Il Bollino Blu è obbligatorio per circolare nei comuni che ne hanno decretato l’obbligatorietà e non permette la circolazione in caso di blocco totale del traffico per eccessivo livello di inquinamento.
Per Legge, indipendentemente dalla provincia di residenza, devono essere sottoposte a controllo delle emissioni inquinanti tutte le autovetture con più di 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamento ogni anno.

Chi è esente dal Bollino Blu?

Sono esenti dal Bollino Blu le autovetture con meno di 4 anni di vita, le auto d’epoca iscritte al relativo albo, i veicoli che per loro natura non emettono inquinamento come i mezzi elettrici, i mezzi militari e con targa non civile.

Quando si deve fare?

Per i veicoli immatricolati dopo il 1° Gennaio 1988 il Bollino Blu va fatto al 5° anno dalla prima immatricolazione e successivamente ogni anni
Per i veicoli immatricolati prima del 1° Gennaio 1988 va fatto ogni 6 mesi

Dove viene fatto il Bollino Blu?

Il Bollino Blu viene rilasciato da officine autorizzate dall’amministrazione comunale che rilasciano il certificato con i livelli di emissione registrati, di cui l’officina ne conserva una copia in caso di smarrimento da parte del proprietario del veicolo. I controll iche vengono effettuati riguardano: il monossido di carbonio per le auto a benzina, il grado di opacità per i diesel, il fattore lambda per le auto catalizzate. Se i limiti concessi di Legge non sono rispettati è necessario effettuare la giusta manutenzione e ripetere il controllo finchè non vengono rispettati i limiti imposti.

Sanzioni

La circolazione in mancanza di Bollino Blu nelle zone in cui vige l’obbligatorietà è puntia con una sanzione pecuniaria di 78 euro; non è invece sanzionabile il mezzo fermo.

Leave A Reply