Tagli ai risarcimenti, diminuiranno i premi RCA?

0

Il Governo ha introdotto da poco le tabelle uniche nazionali per il risarcimento del danno biologico, il che significa che da Nord a Sud tutti i danneggiati riceveranno lo stesso trattamento indennitario.  Sicuramente un bel passo avanti per uniformare gli indennizzi che fino ad oggi erano ad interpretazione dei singoli Tribunali; le nuove tabelle uniche nazionali prevedono una scala di invalidità da 10 a 100 punti inversamente proporzionali all’età del danneggiato quindi più si va avanti con l’età minore sarà il risarcimento dovuto.

Oltre alle tabelle uniche nazionali il decreto introdotto dal Governo prevede tagli ai risarcimenti che possono arrivare fino al 40%, un risparmio quindi non da poco per le compagnie assicurative; la prima conseguenza logica di questa manovra dovrebbe sicuramente essere la diminuzione dei premi assicurativi che le associazioni dei consumatori già reclamano, per non considerare il decreto un vero e proprio regalo alle assicurazioni. Le Compagnie dal canto loro aspettano l’effettiva formulazione finale del decreto che avverrà solo in autunno ma dichiarano anch’esse che l’introduzione delle tabelle uniche nazionali dovrebbe razionalizzare i premi rca. Per i consumatori il ragionamento è logico, indennizzi più bassi significa premi meno cari; aspettiamo il riscontro reale con ansia.

Leave A Reply