Rc auto e falsa dichiarazione di residenza

0

Se ne sta parlando da giorni a seguito della segnalazione su molti giornali della scoperta di una maxi truffa a Napoli di false dichiarazioni di residenza su assicurazioni rc auto.

Già, per pagare meno di assicurazione, dati i costi ormai assurdi della provincia di Napoli, un’ottantina di assicurati dichiaravano false residenze in Umbria per usufruire di una tariffa rc auto molto più vantaggiosa, anche il 50% in meno rispetto alla tariffa napoletana. La truffa è stata scoperta dalle autorità perchè i furbetti con l’aiuto di un’assicuratore compiacente avevano tutti la stessa residenza in un appartamento in centro ad Assisi, il chè ha ovviamente insospettito le autorità.
Al di là del caso appena denunciato, è bene ricordare che dichiarare una falsa residenza è reato soprattutto perchè comporta l’esibizione di documenti falsificati, carta d’identità e certificato di residenza. Secondo i dati delle autorità la dichiarazione di falsa residenza è un fenomeno in aumento, favorito dagli aumenti assicurativi degli ultimi anni. Sono quindi necessari controlli e molta attenzione da parte degli assicuratori, oltre ovviamente alla raccomandazione agli assicurati di non commettere reati di dichiarazioni fasulle, poichè la legge non perdona i furbi.

Leave A Reply