Guida esperta, libera o esclusiva?

0
guidatore

Quando si stipula una polizza rca, auto o moto che sia, è importante saper scegliere e verificare il tipo di guida concesso dalla compagnia; la clausola sul tipo di conducente abilitato è fondamentale per evitare problemi con la compagnia in caso di incidente. Valutare quindi le proprie necessità di guida per il proprio veicolo è assolutamente fondamentale in fase di stipula.

Le tipologie di guida concesse dalle compagnie sono essenzialmente tre:

  • Guida libera: chiunque in possesso di regolare patente di guida  può guidare il mezzo;
  • Guida esperta: solo i guidatori con un’età maggiore di quella considerata dalla compagnia come “esperta” possono guidare il mezzo;
  • Guida esclusiva: solo il guidatore indicato in polizza può guidare il mezzo.

Queste sono ovviamente le tre tipologia di guida normalmente concesse dalle compagnia, ma non è detto che tutte le polizze prevedano la possibilità di inserire la guida esperta o esclusiva. E’ sempre bene chiedere informazioni al proprio assicuratore o controllare con attenzione le condizioni di polizza per verificare la possibilità di inserire questo tipo di limitazioni di guida; la guida esclusiva ad esempio non è una condizione comune a tutte le compagnie e a tutte le polizze rca. E’ evidente quindi che rispetto alla guida libera, la guida esclusiva e quella esperta danno origine ad uno sconto di premio che ogni compagnia è libera di determinare secondo le proprie tariffe.

Attenzione alla rivalsa della compagnia

Valutare con responsabilità il tipo di limitazione alla guida da inserire nella proprio polizze è molto importante per non incorrere in possibili rivalse da parte della compagnia in caso d’incidente. Come indicato nelle condizioni di polizza, in caso d’incidente causato da un conducente non abilitato alla guida, ad esempio un diciottenne che guida un’auto assicurata con guida esperta, la compagnia può richiedere la restituzione totale o parziale degli importi liquidati al danneggiato proprio in virtù del non rispetto della clausola di guida inserita nel contratto. Non fatevi quindi abbagliare da interessanti sconti conseguenti all’inserimento di limitazioni di guida se non siete certi di rispettarle.

Precisazione sulla guida esperta

Se in merito alla guida libera e quella esclusiva non ci possono essere troppi dubbi, sulla guida esperta va prestata la massima attenzione: non tutte le compagnie utilizzano lo stesso limite d’età; se mediamente possiamo trovare i 26 anni come età minima del conducente, esistono polizze rca che considerano “esperto” il conducente che abbia almeno 30 anni, oppure 23 anni con almeno 2 anni di patente (come ad esempio Genial+). Non dimenticate quindi di verificare il limite d’ingresso concesso dalla vostra compagnia prima di stipulare il contratto rca: il risparmio ottenuto alla stipula potrebbe tramutarsi in un vero e proprio salasso in caso di sinistro con conducente non regolare.

 

Leave A Reply