Polizze vita: cosa c’è da sapere

0
polizza

Si sente spesso parlare di polizze vita, della crescita continua che la loro vendita sul mercato assicurativo ottiene, ma molto spesso non si conosce bene il loro funzionamento, le tipologie esistenti, le condizioni contrattuali. Cosa sono? Le polizze vita sono contratti stipulati tra privati e compagnie assicurative, al fine di tutelare la propria famiglia o di fungere come utile forma di previdenza integrativa.

Una polizza vita prevede che la compagnia assicurativa si impegni, dietro la corresponsione di un premio, a liquidare al beneficiario ( o ai beneficiari) designato in polizza, un capitale in un’ unica soluzione o attraverso una rendita, in seguito ad un accadimento relativo alla vita dell’assicurato, ossia in caso di sopravvivenza o in caso di premorienza. Il mercato assicurativo offre diversi prodotti in grado di soddisfare le diverse esigenze e necessità. Vediamo quali sono le tipologie di polizze vita che si possono trovare sul mercato; essenzialmente le polizze vita si suddvidono in 2 tipologie: polizze vita caso vita e polizze vita caso morte.

Polizze Vita Caso Morte: questo tipo di polizze assicurano  la liquidazione di un capitale al beneficiario indicato in polizza in caso di morte dell’assicurato e pertanto non prevedono alcun versamento da parte della Compagnia nel caso in cui, alla scadenza del contratto, l’assicurato sia in vita. Ne esitono di 3 tipi: a capitale costante, a capitale decrescente (esempio quelle legate ai mutui)  e a vita intera.

Polizze vita caso vita: questo tipo di polizze sono caratterizzate dal fatto che alla loro scadenza viene versato al beneficiario un capitale o una pensione integrativa. In questo caso l’assicurazione non prevede alcuna copertura in caso di morte dell’assicurato, ma  se ciò dovesse accadere nel corso di validità della polizza, agli eredi del defunto verrà erogato il cumulo dei premi versati fino al decesso dell’assicurato,  rivalutato a seconda del rendimento ottenuto grazie alla gestione del patrimonio operata da parte della compagnia assicurativa nelle proprie gestioni.

Sulle polizze caso morte pensiamo ci sia poco da apporfondire, tranne che per le 3 tipologie cui dedicheremo una spiegazione a parte, invece per le polizze caso vita bisogna specificarne alcune sotto tipologie che risultano molto interessanti a seconda dell’esigenza del cliente. Possiamo trovare quindi:

  • Polizze di capitalizzazione : l’impresa assicuratrice s’impegna a pagare un capitale o una rendita in caso di sopravvivenza della persona assicurata al momento stabilito nel contratto. L’assicurazione può essere di rendita o capitale differita/o: la compagnia assicuratrice si impegna a erogare la rendita o il capitale non immediatamente ma dopo un certo numero di anni;
  • Polizze di rendita immediata: viene versato un premio unico e la compagnia si impegna a versare la rendita stabilita nel contratto.
  • Polizze miste: sono una combinazione fra un’assicurazione caso vita di capitale differito e un’assicurazione caso morte. La compagnia assicuratrice non s’impegna solo a pagare una rendita o un capitale alla scadenza in caso di sopravvivenza dell’assicurato, ma anche a versare un determinato importo qualora l’assicurato muoia durante la durata del contratto, oltre alla restituzione dei premi versati.  Noi consigliamo sempre di tenere separate le coperture assicurative dalla parte a capitalizzazioni, poichè si riescono ad ottenere rendimenti più elevati e coperture assicurative più estese.
  • Polizze unit linked: le unit linked sono polizze vita legate all’andamento di fondi comuni d’investimento. Sono quindi contratti in cui l’entità del capitale assicurato dipende dal valore delle quote di fondi di investimento interni  o da fondi esterni in cui vengono investiti i premi versati. Al termine del contratto verranno restituiti all’assicurato una somma pari al valore unitario a quel momento delle quote, moltiplicato per il numero di quote di fondi possedute. Il pagamento dei premi può essere a premio unico o a premi periodici.
  • Polizze index linked: le index linked sono contratti con rendimento legato agli indici di alcuni mercati borsistici. L’entità del capitale assicurato dipende dal valore di un indice azionario o di un altro valore di riferimento. Queste garanzie possono coprire sia il caso di vita che il caso di morte. Generalmente sono a premio unico.
  • Fondi pensione: sono istituiti direttamente da banche, compagnie di assicurazione e società di gestione del risparmio. L’adesione al fondo aperto può avvenire in forma individuale o anche in forma collettiva, a seguito di accordi collettivi anche aziendali. Il patrimonio del fondo deve essere separato e distinto dall’attività più generale dell’organismo (banca, compagnia di assicurazione o società di gestione del risparmio) che lo promuove.

Speriamo di aver fatto un po’ di chiarezza per coloro che si affacciano adesso al mondo delle polizze vita, consigliando di stare molto attenti alle condizioni contrattuali che differiscono da compagnia a compagnia prima della sottoscrizione di un contratto di questo tipo.

Leave A Reply