Liquidazione Novit Assicurazioni: l’attestato di rischio?

0

Appena uscita la notizia della liquidazione coatta amministrativa di Novit Assicurazioni, sono stati moltissimi i clienti che ci hanno chiesto informazioni su come ottenere il proprio attestato di rischio dalla compagnia stessa.
Il codice delle assicurazioni private ed il l regolamento n. 4 Isvap dice che il contraente ha il diritto ad ottenere l’attestato di rischio entro 30 gg prima della scadenza del contratto, e nel caso in cui questo non viene consegnato si ha il diritto di ottenerlo entro 15 gg in qualsiasi momento se ne faccia richiesta.Nel caso di  liquidazione coatta amministrativa il contraente che non ha ricevuto prima della scadenza del contratto l’attestato di rischio, dovrà richiederlo all’impresa stessa o al commissario liquidatore.

Trascorsi 15 gg, stabiliti dal regolamento n. 4 Isvap, con il documento comprovante la richiesta dell’attestato (raccomandata a/r) ci si può avvalere della regola stabilita dal regolamento con l’allegato n. 2 (pagina 3) ovvero si deve fare una dichiarazione in cui si indica la classe CU, naturalemente senza dichiarare il falso (punibile secondo il codice civile)

Infine attraverso il documento che prova la richiesta dell’attestato inviata alla compagnia in liquidazione e la dichiarazione (indicando la classe CU) ci si può recare presso un’ intermediario assicurativo per stipulare il contratto rcauto.

Ecco la normativa relativa al caso appena trattato:

Regolamento n. 4 allegato n. 2 – Disciplina della classe di merito di conversione universale – Regole specifiche (pag. 3)

a) Il contratto è assegnato alla classe di merito CU 18 qualora non venga esibita la carta di circolazione e il relativo foglio complementare o il certificato di proprietà ovvero l’appendice di cessione del contratto. Lo stesso avviene in caso di mancata consegna dell’attestazione sullo stato del rischio.

d) La disposizione di cui alla lettera (a) non si applica qualora il precedente contratto sia stato stipulato presso un’impresa alla quale sia stata vietata l’assunzione di nuovi affari o sia stata posta in liquidazione coatta amministrativa ed il contraente provi di aver richiesto l’attestazione all’impresa o al commissario liquidatore. In tale caso il contraente deve dichiarare, ai sensi e per gli effetti degli articoli 1892 e 1893 c.c., gli elementi che avrebbero dovuto essere indicati nell’attestazione o, se il contratto si è risolto prima della scadenza annuale, la classe di merito CU alla quale era stato assegnato. Il contratto è assegnato alla classe CU di pertinenza sulla base di tale dichiarazione.

Leave A Reply